Vuelta 2013, i tapponi: l’arrivo all’Alto de Hazallanas

oa-logo-correlati.png

Tappa numero dieci, lunedì 2 settembre, la chiave di volta della Vuelta 2013: no, non stiamo esagerando, ma dopo un lungo “riscaldamento” fatto di cronosquadre, primi arrivi in salita e giornate molto mosse, questa frazione può essere davvero classifica come un tappone a tutti gli effetti.

A differenza delle giornate precedenti, infatti, non c’è una sola montagna da affrontare. La partenza da Torredelcampo, sull’altopiano dell’Andalusia, garantisce i primi 150 km piuttosto nervosi, prima dell’ascesa all’Alto de Monachil, un prima categoria che misura 8.5 km al 7.7& di pendenza media, con scollinamento a meno di 30 km dall’arrivo. Arrivo che è invece posto in vetta al primo GPM di categoria especial di questa Vuelta: Alto de Hazallanas, nei pressi di Granada, ben 15.8 km al 5%. Si tratta di una salita estremamente irregolare, con un tratto centrale di contropendenza che può ingannare; ci sono ben due rampe al 18%, una delle quali, oltretutto, negli ultimi duemila metri. Stavolta non si può più bluffare.

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro gruppo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top