Vuelta 2013, i tapponi: Aramón Formigal e Peña Cabarga prima del “mostro”

oa-logo-correlati.png

L’ultima settimana di Vuelta 2013 si aprirà, lunedì 9 settembre, con una frazione breve ma impegnativa, che oltretutto farà seguito ai due arrivi di Collada de la Gallina e Peyraguardes dei giorni immediatamente precedenti.

146 km condurranno infatti da Graus ad Aramón Formigal, stazione sciistica dell’Aragona. La giornata sarà tutta in costante salita attraverso un colle di terza categoria e uno di seconda prima dell’inizio dell’ascesa finale: 15.8 km al 4% medio, una scalata estremamente irregolare con alcuni tratti in contropendenza ed altri a sfiorare il 10%. Certo, è indubbiamente la meno ardua delle tre frazioni pirenaiche, ma si tratta comunque, soprattutto alla luce di quanto fatto nel weekend, di una tappa da segnare col cerchio rosso.

Nell’ultima settimana l’attenzione di tutti sarà concentrata sull’Angliru, in programma sabato: prima, però, ci sarà almeno un’altra giornata molto interessante. Giovedì 12, 186 km da Burgos a Peña Cabarga: tre colli di terza categoria e uno di seconda per riscaldarsi, prima di una salita potenzialmente esplosiva, sulla quale hanno già saputo brillare in passato Froome e Rodríguez. 5.9 km al 9.2% di pendenza media, con rampe assassine tra il 15 e il 20% nella fase finale: sarebbe sbagliato, anzi sbagliatissimo, bluffare in vista dell’ultima chiamata sull’Angliru.

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro gruppo

Lascia un commento

Top