Vuelta 2013: i primi Pirenei a Collada de la Gallina

oa-logo-correlati.png

Sabato 7 settembre, quattordicesima tappa della Vuelta a España 2013, il gruppo si troverà ad affrontare i Pirenei, dopo le difficoltà comunque molto significative delle prime due settimane di corsa.

La grande catena che separa la Francia dalla Spagna “saluterà” i corridori con due montagne che fanno paura: dopo la partenza da Bagà, nella Catalogna settentrionale, si entrerà nel principato di Andorra con l’ascesa al Port de Envalira, che con i suoi 2410 metri di quota rappresenta la cima Alberto Fernández della corsa. Si tratta di un’ascesa interminabile, ben 26.7 km, con una pendenza media pedalabile al 5.2%, ma due strappi violenti, nel finale, al 15%. Dopo la discesa, in rapida successione si affronteranno Col de Ordino e Alto de la Cornella, due seconda categoria che si faranno sentire nelle gambe degli atleti; giunti alla capitale Andorra la Vella, si imboccherà la strada verso la mitica Collada de la Gallina, che il grande pubblico ha conosciuto nella scorsa edizione della Vuelta. 7.2 km all’8% di pendenza media, con uno strappo al 15% e una rampa finale al 10%: solo per grimpeur veri.

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro gruppo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top