Us Open 2013: l’ennesima occasione persa da Fabio Fognini

oa-logo-correlati.png

Il mese di luglio ci aveva fatto sognare e sperare di aver trovato finalmente un nuovo Fabio Fognini: un giocatore che era riuscito finalmente a mettere in secondo piano la sua personalità focosa e ad esaltare solamente il suo grande talento. Le tre finali consecutive ottenute sulla terra rossa europea, con le due vittorie di Stoccarda e Amburgo, erano un’eredità molto importante da difendere e confermare anche sul cemento americano. Purtroppo negli States è volato il vecchio Fognini e i risultati ottenuti hanno preso la forma della debacle.

Partiamo dall’ultima grande delusione: la sconfitta al primo turno degli Us Open con l’americano Rajeev Ram. Ci si aspettava davvero tantissimo dal ligure, perchè finalmente il sorteggio era stato favorevole e le possibilità di raggiungere gli ottavi di finale era ampiamente alla portata dell’azzurro. Purtroppo ancora una volta il tennista di Arma di Taggia non è riuscito a fare quel salto di qualità necessario per essere considerato definitivamente un grande. Non lasciano spazio a repliche le parole del suo coach Josè Perlas, anzi confermano di quanto si ancora troppo incostante il nostro talentuoso portacolori:  “Non è difficile spiegarsi cosa gli possa essere successo.. E’ impossibile!  “Ci lavoro tutti i giorni, minuto dopo minuto, è impossibile, non bastano due minuti, forse neppure un’ora”

La campagna americana è stata un vero e proprio disastro, visto che il miglior risultato è stato il secondo turno raggiunto a Montreal. Un agosto difficile da cancellare e che anzi è riuscito a cancellare tutto quello che di buono il ligure ha costruito nelle settimane precedenti. Alla delusione si mischia anche la rabbia perchè Fabio è uno che dal punto di vista del talento può tranquillamente issarsi fino ai primi dieci del mondo, ma per fare un campione serve anche la testa, la fame, la voglia di lottare e non mollare, la maturità di saper gestire i momenti difficili, cose che ora come ora Fabio ancora non sembra avere.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da tennis.com.au

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top