Mosca 2013: Allyson Felix, la donna dei record mancati

Atletica-Allyson-Felix1.jpg

Partita tra le favorite per il podio nella finale dei 200 metri, la statunitense Allyson Felix è stata costretta a fermarsi dopo circa 60 metri. Dolorante ed in lacrime, la Felix è stata trasportata all’ospedale più vicino, dove gli accertamenti hanno rilevato uno strappo alla coscia destra. La plurimedagliata sarà quindi costretta a saltare anche le due staffette 4×400 e 4×100 metri.

Per la Felix si tratta di una vera disdetta, visto che le sarebbe bastato un oro in una delle tre gare alle quali era iscritta per divenire l’atleta più titolata nella storia dei Mondiali di atletica, considerando sia gli uomini che le donne. Tra il 2005 ed il 2011, infatti, la 28enne ha ottenuto otto medaglie d’oro iridate, tante quante Carl Lewis e Michael Johnson. Con un nuovo alloro, sarebbe divenuta l’unica a poter vantare nove ori.

Conquistando una qualsiasi medaglia, invece, avrebbe staccato Carl Lewis per numero di medaglie ottenute: sia “il figlio del vento” che Allyson Felix, infatti, vantano, oltre agli otto ori, un argento ed un bronzo, per un totale di 10 medaglie. La Felix avrebbe potuto quindi portarsi almeno a quota 11 medaglie, divenendo la seconda della storia per podi iridati alle spalle della sprinter giamaicana Marlene Ottey, capace di conquistarne ben 14.

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top