Italbasket, da Atene si ritorna con le ossa rotte

oa-logo-correlati.png

Due sconfitte ed una vittoria: il bilancio del Torneo Acropolis si chiude in negativo per l’Italbasket di coach Simone Pianigiani, proiettata verso gli Europei in Slovenia tra mille dubbi e difficoltà.

Non è legato alle sconfitte patite contro Lituania e Grecia questo pessimismo, bensì alle innumerevoli defezioni che hanno colpito il roster azzurro: a quelle del mese scorso di Gallinari, Bargnani, Hackett e Polonara, si è aggiunta quella recente ma altrettanto pesante di Mancinelli che ha ridotto all’osso l’organico a disposizione di coach Pianigiani.

Da mercoledì prossimo alle 21 contro la Russia inizieranno i salti mortali per il ct azzurro, costretto a fare di necessità virtù e con un roster che fatta eccezione per Belinelli presenta molti elementi esperti ma nessuna punta di diamante. Si punterà molto anche sul quarto azzurro “americano” Gigi Datome, che sembra aver recuperato i guai fisici, ma la ricetta in Slovenia per superare le prime due fasi e provare a qualificarsi ai prossimi Mondiali sarà sempre la stessa: gruppo e sacrificio, elementi che non mancano nel clan Italia.

La Russia e le altre avversarie sono avvertite.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Twitter @Giannoviello

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top