Giovine Italia, dalla Cina con furore: Tonni Zhou futuro del badminton?

oa-logo-correlati.png

Seconda puntata della nostra rubrica Giovine Italia, nella quale andiamo alla scoperta dei giovani-o giovanissimi-talenti di ogni disciplina sportiva in chiave azzurra. Ora è la volta di Tonni Zhou.

Di chiare origini cinesi, Tonni è però italianissimo: nato a Civitavecchia il 7 giugno 1999, vive a Santa Marinella, nell’Agro Romano. Il suo sport è uno di quelli dove l’Italia avrebbe veramente bisogno di emergere, ovvero il badminton, tanto popolare in Cina, quanto scarsamente diffuso (e con pochi risultati di rilievo internazionale) nel nostro Paese. Nonostante la giovanissima età, Zhou, che frequenta la scuola media di Santa Marinella ed è tesserato per la ASD Santa Marinella 1981, è già inserito nelle squadre nazionali: fa infatti parte del gruppo azzurrini under 15 assieme al pugliese Fabio Caponio (che ha la sua stessa età) e agli altoatesini David Salutt e Jana Pazeller, nati l’anno precedente.

Suo padre, Zhou Yu, è stato negli anni passati un tecnico federale molto apprezzato: il giovane Tonni ha già ottenuto risultati di rilievo nei tornei di categoria, come l’oro nel doppio, assieme proprio a Caponio, al prestigioso Carlton International Youth Tournament a fine 2011, quando rientrava ancora nella categoria under 13, piuttosto che una serie di vittorie nel circuito nazionale. Quest’anno, in forza al Bracciano Badminton, ha trascinato il team ai playoff di serie B, sfiorando una storica promozione nella massima serie.

Chiaramente, quando si tratta di ragazzi così giovani bisogna usare molta cautela ed evitare facili illusioni: tra qualche stagione sapremo se il piccolo Tonni potrà veramente essere l’astro nascente del nostro volano.

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Seguici sulla nostra pagina Facebook e partecipa alle discussioni sul nostro gruppo

Lascia un commento

Top