Giorgia Bronzini, una campionessa sempre più completa

oa-logo-correlati.png

Giorgia Bronzini velocista? Anche, ma non solo. La campionessa piacentina, che ha compiuto trent’anni pochi giorni fa, sta diventando un’atleta sempre più completa, capace di imporsi su terreni molto diversi. Un’evoluzione che la sta rendendo ancora più efficace e vincente.

Tutto nasce, presumibilmente, dal suo focus su Firenze. Il percorso della prova iridata sarà più impegnativo di quanto molti si aspettano: la salita di Fiesole e lo strappo di via Salviati da affrontare cinque volte (per le donne élite) rendono il circuito non certo favorevole alle ruoti veloci pure, per certi versi simile a quello di Varese 2008. Serve resistenza, serve saper tenere anche su salite non certo impossibili, ma comunque “toste”: Giorgia sta dimostrando di aver acquisito proprio questa dote.

Tra le sue nove vittorie stagionali, quest’anno c’è la prima corsa a tappe della carriera, il Tour of Zhoushan Island: ma le stesse frazioni vinte in questi giorni alla Route de France (finora sono quattro, nei prossimi giorni chissà…) non erano certe piatte. Un altro segnale importante la Bronzini lo aveva dato al campionato nazionale: le strade della Valcuvia, nel Varesotto, non presentavano certo moltissima pianura, eppure Giorgia aveva chiuso al secondo posto, staccata solo da una promettentissima scalatrice come Dalia Muccioli.

L’atleta della Wiggle-Honda non è sazia di vittorie e anzi sembra nel pieno della maturità agonistica. Scommettiamo che a Firenze sarà tra le protagoniste?

foto Bettini

Seguici sulla nostra pagina FB e sul nostro gruppo

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top