Eurobasket 2013: il maestro Boscia e la sua Turchia

oa-logo-correlati.png

Continua il nostro viaggio alla scoperta della avversarie al primo turno dell’Eurobasket 2013 dell’Italia. Oggi è il giorno della Turchia, una vecchia conoscenza per gli azzurri, perchè fu nostra avversaria nel girone di qualificazione la scorsa estate. Purtroppo in un anno sono cambiate molte cose e quelle due vittorie ottenute dalla nostra nazionale appaiono ormai un ricordo sbiadito nel tempo. In un anno è cambiato tutto ed ora è la squadra di Boscia Tanjevic ad avere maggiori credenziali in Slovenia e più possibilità di ben figurare rispetto a quelle degli azzurri.

Con l’Europeo la Turchia non ha mai avuto un grande amore, perchè l’unica medaglia della propria storia è arrivata nel lontano 2001 (argento). Nonostante un fantastico secondo posto nei mondiali di casa del 2010, nell’ultima edizione continentale è arrivato una deludente undicesima piazza, che ha portato la federazione e il ct ad una totale rivoluzione e a ringiovanire l’intero roster, anche se restano delle bandiere come Hedo Turkoglu (classe 1978) e Kere Gonlum (1977).

Le stelle sono i lunghi Asik ed Ilyasova, entrambi provenienti dalla NBA dove hanno saputo ritagliarsi un ruolo molto importante nelle loro rispettive squadre.  Passando al reparto piccoli anche qui la Turchia può contare su un bel mix di esperienza e gioventù con i vari Balbay, Preldzic, Ermis, Guler e il fenomeno 18enne Kenan Sipahi.

La vera garanzia però è in panchina, dove siede il maestro Boscia Tanjevic, allenatore di grandissima esperienza, che dopo aver portato l’Italia sul gradino più alto d’Europa alla fine degli anni novanta, ha sposato questo grande progetto con la Turchia, riuscendo a portarla addirittura ad un argento mondiale. La sua esperienza e la sua bravura sono un’arma in più per assemblare al meglio un gruppo di giovani promesse e veterani affermati.

Tanjevic non ha ancora diramato la lista ufficiale dei dodici (ci dovranno essere due tagli) e per ora ha tenuto in ritiro questi giocatori. Manca l’infortunato Enes Kanter.

Hedo Turkoglu,
Ersan Ilyasova
Omer Asik
Dogus Balbay
Sinan Guler
Omer Onan
Ender Arslan
Baris Ermis
Kenan Sipahi
Emir Preldzic
Serhat Cetin
Semih Erden
Oguz Savas
Kerem Gonlum

 

Come detto con l’Italia i precedenti più vicini sono le due vittorie azzurre nel girone di qualificazione (78-69 a Sassari e 83-82 a Kayseri). Le due squadre si affronteranno nella seconda giornata e per l’Italia potrebbe già essere un match decisivo dopo l’esordio con la Russia. Invece per la Turchia il primo match appare una formalità contro la Finlandia.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da solobasket.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top