Barcellona 2013, nuoto: Orsi e Dotto, 50 sl da brividi

oa-logo-correlati.png

Mattinata da brividi al Palau Sant Jordi di Barcellona, sede dei Mondiali di nuoto 2013. Alle 9, infatti, si comincia a fare sul serio con le batterie dei 50 stile libero maschili. Tutto in una vasca, l’essenza della velocità pura. La gara perfetta, citando la storia dell’arte, per i quadri futuristi di Umberto Boccioni e Giacomo Balla.

In gara tutti i big della specialità, tra i quali spicca – inutile negarlo – l’azzurro Luca Dotto. Forse leggermente appannato causa torcicollo, ma comunque reduce da una finale nei 100 stile, Dotto è chiamato a difendere l’argento di Shanghai 2011 e questo potrebbe regalare motivazioni extra all’alfiere tricolore. Lo stesso può valere per Marco Orsi, apparso invece in forma nella staffetta 4×100 sl giunta quinta sabato scorso. I due italiani non hanno nulla da perdere, non partono con i favori del pronostico ma, si sa, in poco più di venti secondi può succedere di tutto. Aleggia, dunque, un flebile barlume di speranza.

Di certo servirà nuotare in tempi ottimi fin dal mattino. La concorrenza è agguerrita, già per l’ingresso nei sedici, e risponde ai nomi di Cesar Cielo Filho, Florent Manadou, Nathan Adrian, Marcelo Chiereghini, Antonhy Ervin, Vladimir Morozoz, James Magnussen e Roland Schoeman. I parziali saranno pressoché identici, saranno i centesimi di secondo a fare la differenza. La gloria o la delusione, ci si gioca tutto in una vasca. Praticamente neanche il tempo di ragionare, con il traguardo sempre più vicino. Luca Dotto e Marco Orsi, velocisti azzurri tra le saette mondiali: teniamoci forti e gustiamoci lo spettacolo.

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: EPA/PATRICK B. KRAEMER

Lascia un commento

Top