Atletica, quanti record del Mondo cadranno a Mosca (femminile)

oa-logo-correlati.png

Ieri abbiamo provato a ipotizzare quali record del Mondo (al maschile) potrebbero essere battuti ai Mondiali di Mosca (clicca qui per leggere l’articolo). Oggi facciamo lo stesso “giochino” col settore femminile.

 

Partiamo da una constatazione. Tralasciando i primati di maratona e marcia perché troppo condizionati dal tipo di tracciato che si affronta, ben nove record su 18 (la metà!) hanno compiuto più venticinque anni! Cinque sono proprio del 1988 (anno magico per l’atletica leggera, ma che si porta dietro ancora troppi dubbi di doping), due del 1987, uno del 1985 e uno ha addirittura spento le trenta candeline! E di fronte a certi super prestazioni è davvero difficile confrontarsi.

 

Crediamo che, nella realtà delle ipotesi, solo due primati possano essere concretamente battuti nella capitale russa.

100hs. WORLD RECORD: 12.21 – Yordanka Donkova (1988). Proprio uno di quei sogni realizzati nella calda estate di venticinque stagioni fa. Quest’anno una favolosa Brianna Rollins è arrivata lì a soli cinque centesimi dall’ingresso nella storia: la statunitense, se supportata da un parterre importante e dal ritorno di Sally Pearson (attenzione perché potrebbe tirare fuori la magia, lei in prima persona), potrebbe fare il colpaccio.

Lancio del martello. WORLD RECORD: 79.42 – Betty Heidler (2011). Il record più giovane del panorama al femminile. La grande Tatyana Lisenko si è già spinta a 78.15 in questa stagione e, con un lancio monster, potrebbe concretamente diventare la nuova regina.

 

Valutiamo ora tutte le altre discipline e le possibilità che avremo di vedere qualcosa di sensazionale.

100m. WORLD RECORD: 10.49 – Florence Griffith-Joyner (1988). Su questi livelli nessuna tornerà mai. Magari su un altro Pianeta e tra decenni. Shelly-Ann Fraser-Pryce conduce le liste stagionali con un portentoso 10.77.

200m. WORLD RECORD: 21.34 – Florence Griffith-Joyner (1988). Idem come sopra in tutti i sensi (giamaicana al commando con 22.13).

400m. WORLD RECORD: 47.60 – Marita Koch (1985). Quel folle giro di pista della tedesca è ben impresso nella mente di chi l’ha visto in diretta. Rimarrà per almeno un’altra vita. Amantle Montsho e il suo 49.33 non possono fare nulla.

 

800m. WORLD RECORD: 1:53.28 – Jarmila Kratochvilova (1983). Il record più vecchio in assoluto (maschi compresi): 30 anni di regno. E non sarà certo Francine Niyonsaba (leader, 1:56.72) o chi per lei ad interromperlo.

1500m. WORLD RECORD: 3:50.46 – Yunxia Qu (1993). Letteralmente imbattibile. Abeba Aregawi si presenta con 3:56.60.

3000m siepi. WORLD RECORD: 8:58.81 – Gulnara Galkina (2008). Qui entriamo nell’ambito delle gare tattiche, quindi difficile che il risultato esca in una gara che mette in palio le medaglie. Comanda le liste Lydia Chepukurui (9:13.75).

 

5000m. WORLD RECORD: 14:11.15 – Tirunesh Dibaba (2008). Solo Tirunesh può battere se stessa, ma in una gara accorta sarà molto difficile. Se farà gara a sé a avrà un buono stato di forma, allora facile che il suo stagionale di 14:23.68 possa scendere.

10000m. WORLD RECORD: 29:31.78 – Junxia Wang (1993). Uno dei grandi pilastri dell’atletica leggera. Praticamente inavvicinabile.

 

400hs. WORLD RECORD: 52.34 – Yuliya Pechenkina (2003). Zuzana Hejnova sta facendo molto bene in questo 2013, è scesa a un interessantissimo 53.07 ma il record è davvero di un’altra categoria.

 

Salto in alto. WORLD RECORD: 2.09 – Stefka Kostadinova (1987). La sensazione è che Brigetta Barrett abbia davvero qualcosa di esplosivo nella gambe, ma vedremo se lo tirerà fuori al momento opportuno. La statunitense è volata a 2.04, ha provato 2.06 e potrebbe realmente provare a battere uno dei record più storici e amati. Nella scalata al cielo ci sarà anche Anna Chicherova, pronta a una nuova magia, mentre la grande icona Blanka Vlasic ha dovuto alzare bandiera bianca.

Salto con l’asta. WORLD RECORD: 5.06 – Elena Isinbaeva (2009). Solo la Zarina può battere la Zarina. La russa, però, non è in quelle condizioni e difficilmente supererà i 5 metri. Jennifer Suhr potrebbe provarci dopo quanto fatto indoor, ma sarà durissimo. La Silva e la Murer non sembrano avere nelle gambe la barriera.

Salto in lungo. WORLD RECORD: 7.52 – Galina Chistyakova (1988). Al momento nessuna è capace di tirare fuori il coniglio dal cilindro. Brittney Reese conduce con 7.25, ma il livello generale non è altissimo.

Salto triplo. WORLD RECORD: 15.52 – Imessa Kravets (1995). Non si parla di andare oltre i15 metri, figuriamoci il record. Conduce Olha Saladuha (14.85).

 

Getto del peso. WORLD RECORD: 22.63 – Natalia Lisovskaya (1987). Valerie Adams non ha mai concretamente dato l’impressione di avere nelle braccia una bordata di questo livello, ma chissà… Al momento ha uno stagionale di 20.90.

Lancio del disco. WORLD RECORD: 76.80 – Gabrielle Reinsch (1988). Non ci sono speranze. Sandra Perkovic vincerà a mani basse ma difficilmente andrà oltre i70 metri.

Tiro del giavellotto. WORLD RECORD: 72.28 – Barbara Spotakova (2008). Primato molto misterioso e quasi indecifrabile, ma dovrebbe resistere. Maria Bakumova si è fermata a 69.34 in stagione.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top