Wimbledon 2013, è il giorno dei ritiri!

Tennis-Jo-Wilfried-Tsonga.jpg

Isner, Darcis, Tsonga e Cilic tra gli uomini, la Azarenka e la Shvedova in campo femminile: la terza giornata di Wimbledon 2013 sarà ricordata come quella dei forfait e dei ritiri eccellenti.

Ha cominciato a beneficiarne la “nostra” Flavia Pennetta, favorita dal forfait della numero due al mondo Victoria Azarenka, poi dalle 14 in poi si è scatenata una vera e propria ecatombe di tennisti sull’erba londinese.

Dall’eroe di lunedì Steve Darcis, che dopo aver eliminato niente meno che Rafa Nadal, ha dato forfait contro Kubot che ringrazia e passa al 3° turno senza fatica; poi ha proseguito Cilic che ha permesso al giustiziere di Paolo Lorenzi, l’olandese De Schepper di scansarsi un giorno di fatica.

Tre invece i ritiri a match iniziati: dura appena due games quello di John Isner che spiana la strada al francese Mannarino sull’1-1, mentre è fatale a Stepanek il finale di secondo set quando sotto 62 53 con Janowicz è costretto a ritirarsi. Era uno dei big match di giornata e tale si stava confermando quello tra Tsonga e Gulbis, con quest’ultimo abile a rimontare l’iniziale set di svantaggio dal francese (avanti 63) e  vincere gli altri due parziali con un doppio 63, prima che il francese abdicasse per problemi fisici.

Non è nemmeno scesa in campo invece la russa Shvedova, che consente a Petra Kvitova di raggiungere in tutta tranquillità il terzo turno.

gianluigi.noviello@olimpiazzurra.com

Twitter: @Giannoviello

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top