Tuffi, Europei 2013: Cagnotto d’argento da 3 metri, Marconi quarta

oa-logo-correlati.png

Seconda medaglia azzurra agli Europei di tuffi 2013 in corso di svolgimento a Rostock, in Germania. A conquistarla è sempre lei, la fuoriclasse Tania Cagnotto, che dopo l’oro da 1 metro vinto ieri chiude seconda da 3 metri alle spalle della 17enne padrona di casa Tina Punzel per meno di cinque punti. Maria Marconi, invece, è quarta dietro alla russa Nadezhda Bazhina.

Non un avvio perfetto per la 28enne bolzanina, prima dopo le qualifiche, e nemmeno per la 29enne romana: una è sesta, l’altra decima, e il primo tuffo peserà come un macigno sul risultato della gara. Sì, perché dopo un inizio stentato le azzurre volano: Tania è splendida con il doppio e mezzo rovesciato e scappa in testa, Maria brilla nel triplo e mezzo avanti e si prende il terzo gradino momentaneo sul podio.

La competizione prosegue con molti errori nelle retrovie e una super Punzel ad insidiare la Cagnotto. Il sorpasso si concretizza alla quarta serie, a causa dello scarso triplo e mezzo avanti di Tania giudicato solo 57.53 punti, ma il distacco è ancora pienamente colmabile (appena 35 centesimi). Ci si gioca tutto all’ultimo tuffo, ma la maledizione dei 57 punti colpisce anche la Marconi (nel doppio e mezzo rovesciato) e la Bazhina ha vita facile – grazie ad un ottimo ritornato – verso il bronzo. La Punzel invece fa 66, punteggio battibile da Tania, ma la fuoriclasse bolzanina non va oltre quota 61 con il doppio e mezzo indietro. Il tabellone finale recita così: Punzel oro (336.70), Cagnotto argento (331.85) e Bazhina bronzo (326.10) e Marconi quarta (314.50).

Per la Cagnotto, comunque ottima, si tratta della 18esima medaglia europea, record nella storia dei tuffi alla pari del russo Dimitri Sautin che testimonia una volta di più il talento dell’italiana, mentre Maria Marconi deve ancora rinviare l’appuntamento con il ritorno sul podio ed è una delusione considerati i tanti sacrifici e l’enorme qualità mostrata dalla romana dal rientro dall’infortunio.

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Tag

Lascia un commento

Top