Tuffi, domani al via gli Europei: Italia a caccia di medaglie

oa-logo-correlati.png

L’attesa sta per terminare. Domani, a Rostock, iniziano gli Europei di tuffi 2013, secondo appuntamento stagionale per importanza dietro solo ai Mondiali di Barcellona di fine luglio.

L’Italia si presenta, come di consueto, con le migliori carte possibili soprattutto al femminile. Tania Cagnotto è una certezza e ha dimostrato nelle varie tappe della World Series (nonostante l’infortunio) di possedere la grinta necessaria per cancellare le delusioni olimpiche, sia nell’individuale (1 e 3 metri) che nel sincro dal trampolino con la fedele compagna Francesca Dallapè. Attenzione anche a Maria Marconi, in forma splendida ormai da dicembre dopo un anno intero ai box: la romana ha dominato tutte le gare nazionali e, dopo la giornata no del Grand Prix di Fort Lauderdale, punta a riscattarsi in terra tedesca. Noemi Batki, dalla piattaforma, è chiamata a difendere l’argento conquistato a Eindhoven nel 2012, mentre Brenda Spaziani prosegue il processo di avvicinamento ai Mondiali.

Interessante anche la situazione in campo maschile. Le punte di diamante sono rappresentate da Michele Benedetti da 3 metri (i 460 punti ottenuti ad aprile a Torino sono un ottimo biglietto da visita), Andrea Chiarabini da 10 (in grande spolvero agli Assoluti Estivi di Trieste, il 18enne ha le qualità per stupire tutti) e dal sincro composto da Giovanni Tocci e Andreas Billi, con quest’ultimo che potrebbe recitare una parte da protagonista anche da 1 metro nel caso riuscisse a ripetere la prestazione monstre di Torino con 401 punti. Completano la spedizione Tommaso Rinaldi, Maicol Verzotto e Francesco Dell’Uomo: dal primo, classe 1991, si aspettano importanti segnali soprattutto in ottica futura, mentre i due piattaformisti gareggeranno nel sincro in ottica Barcellona.

Questo il commento del commissario tecnico Giorgio Cagnotto al momento della partenza dall’Italia: “E’ un occasione importante, il valore tecnico è sempre alto e la competizione fa bene in previsione dei Mondiali. Dopo anni di leadership continentale ad Eindhoven abbiamo segnato un po’ il passo, soprattutto perché sono cresciuti gli avversari. La squadra è stata parzialmente rinnovata e avrà delle nuove punte che possono far bene come Chiarabini e Billi. Le ragazze credo che siano sempre competitive. Apriremo con il team event dove salteranno Cagnotto e Chiarabini. Sotto occhio tutti gli altri, soprattutto i giovani come Billi e Rinaldi; nella piattaforma Batki è salita di condizione e ha disputato un buon finale di Grand Prix. Puntiamo un maggiore numero di ingressi in finale, soprattutto per i più giovani. C’è un gruppo che sta crescendo e che ha la possibilità di arrivare bene fino alle Olimpiadi di Rio 2016“.

Qui il sito ufficiale della manifestazione, dove è possibile consultare il programma delle gare e l’elenco di tutti gli atleti presenti. Le finali degli azzurri saranno trasmesse in diretta da Raisport 2. Si parte domani con il team event (due atleti per nazione impegnati in tre tuffi a testa, sia dal trampolino che dalla piattaforma e di ogni tipologia esistente, con il punteggio sommato), poi da mercoledì a domenica le specialità “tradizionali”. A Rostock si fa sul serio, l’Italia va a caccia di medaglie.

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: zimbio.com

Tag

Lascia un commento

Top