Roland Garros 2013: cuore e grinta Errani. Sarità è ai quarti

oa-logo-correlati.png

Sara Errani regala al tennis italiano un’altra impresa al Roland Garros. La bolognese ha dovuto lottare, faticare, soffrire per avere la meglio della spagnola Carla Suarez Navarro, sconfitta in rimonta in tre set con il punteggio di 5-7 6-4 6-3. Sarita, grazie a questo successo, si qualifica per i quarti di finale dello Slam parigino ed ora affronterà la vincente del match tra la polacca Agnieszka Radwanska e la serba Ana Ivanovic.

Tornando alla sfida di quest’oggi l’equilibrio nel primo set persiste fino al quinto gioco, quando la spagnola ottiene il break e si porta poi avanti per 4-2. L’azzurra reagisce ed è bravissima a strappare il servizio alla sua avversaria portandosi successivamente in parità. Sul 5-5 e 40-40 la Errani accusa un problema fisico ed è costretta a chiamare un medical timeout: non si capisce l’entità dell’infortunio, ma la percezione è quella che l’azzurra faccia fatica a respirare causato da delle forti contrazioni allo stomaco. Il risultato è che la numero cinque del mondo rientra in campo un po’ spaesata e perda di conseguenza il servizio e poi il set.

L’inizio del secondo set è molto incoraggiante per l’azzurra che si porta subito avanti di un break e sul 2-0, ma la spagnola non si perde d’animo e gioca quattro game davvero formidabili. La Suarez Navarro sembra incontenibile e con il rovescio fa molto male alla nostra portacolori, che non riesce proprio ad incidere con le sue solite variazioni. Per nostra fortuna l’iberic commette due errori nel settimo gioco e permette a Sara di toglierle il servizio e di portarsi in parità. E’ il momento decisivo, perchè la Errrani non si volta più indietro e realizza a sua volta un parziale di quattro giochi, che le permette di vincere il secondo set.

Nel terzo parziale la Navarro paga un clamoroso calo fisico, mentre Sarita come al solito non molla di un centrimetro e gioca ogni punto con grande intensità. La conseguenza è il 5-1 per l’azzurra, che sembra in perfetto controllo del match. Purtroppo come era già accaduto con la Lisicki nel turno prima, Sara si concede una pausa e rimette parzialmente nel match la sua avversaria, che si porta fino al 5-3. La bolognese dovrà annullare un’ulteriore palla break e al secondo match point è brava a chiudere con una fantastica palla corta.

Oggi Sara ha dimostrato di essere veramente una grande campionessa, che merita la posizione nella classifica mondiale, perchè oggi ha vinto con il cuore, con la testa, con la classe e con l’immenso talento di cui dispone. Potrebbe essere una vittoria fondamentale anche per il proseguo del torneo, per ripetere quella meravigliosa cavalcata dell’anno scorso, che ha fatto conoscere a tutto il mondo la nostra Sara Errani.

 

foto tratta da tuttosport.it

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

 

Tag

Lascia un commento

Top