Pentathlon Moderno: Italia rimandata

oa-logo-correlati.png

Nel week-end appena passato si è chiusa la Coppa del Mondo di Pentathlon moderno e per l’Italia il bilancio non può che essere negativo: infatti il miglior risultato è stato colto da Riccardo De Luca, nella seconda tappa, quella di Rio, quando terminò la sua gara in undicesima posizione.

Una stagione sicuramente al di sotto delle sue possibilità per l’ex campione europeo Riccardo De Luca, che ha terminato tutte le sue gare nei venti: un risultato discreto, ma ci si poteva aspettare molto di più da lui, che ha la forza nel combined e perde qualcosa nella frazione di nuoto. L’atleta romana, comunque, chiude la sua stagione con il sesto posto nel ranking mondiale.

Tre gli altri atleti che hanno preso parte alle tappe del circuito internazionale: Pier Paolo Petroni, Fabio Poddighe e Andrea Pucciariello: tutti e tre classificatosi oltre la ventesima posizione nelle varie gare disputate.

Non ha preso parte alle gare Nicola Benedetti, che ha preferito “iniziare una nuova programmazione mirata al miglioramento del nuoto e al consolidamento della scherma”. (Clicca qui per rileggere l’intervista).

In campo femminile da segnalare le buone prestazioni di Gloria Tocchi: la giovane pentatleta azzurra è riuscita a posizionarsi tra le prime venti al mondo, nell’unica tappa in cui è stata convocata, quella di Budapest.

Italia rimandata a settembre, con la speranza che il nuovo corso dirigenziale che verrà riporti il pentathlon azzurro in alto.

michelepio.pompilio@olimpiazzurra.com

foto tratta da sportfriends.it

 

Lascia un commento

scroll to top