Judo: i ranking mondiali aggiornati

Judo-Automne-Pavia.jpg

UOMINI

-60 kg
Il vincitore del Masters di Tjumen’ (Russia), il giapponese Naohisa Takato, è al comando davanti al georgiano Amiran Papinašvili ed al brasiliano Felipe Kitadai, rispettivi campioni continentali. Il miglior italiano, Elio Verde, occupa il 45° posto.

-66 kg
Il ranking è guidato dal mongolo Tumurkhleg Davaadorž. Il campione asiatico 2013 precede il francese David Larose ed il campione europeo Laša Šavdatuašvili.

-73 kg
Vincitore in Russia, il mongolo Nyam-Očir Sainžargal è saldamente al comando tra i -73 kg. Su questo podio troviamo anche l’olandese Dex Elmont ed il nipponico Riki Nakaya. Andrea Regis è 64°.

-81 kg
Solo due punti di distanza dividono il campione europeo Avtandil Tčirikišvili (Georgia) ed il campione panamericano Victor Penalber (Brasile). Al terzo posto vi è il sudcoreano Kim Jae-Bum.

-90 kg
Il leader è il georgiano Varlam Liparteliani, ampiamente davanti ad cubano Asley González ed al greco Ilias Iliadis, vincitore a Tjumen’ dopo la grande delusione dei Campionati Europei.

-100 kg
L’olandese Henk Grol precede l’azero Elkhan Mammadov, oro in Russia, ed il campione europeo Lukáš Krpálek. 94° posto per Domenico Di Guda.

+100 kg
Il padrone incontrastato della categoria è Teddy Riner. Il francese precede il brasiliano Rafael Silva, oro panamericano ed argento a Tjumen’, ed il georgiano Adam Okruašvili, che invece è giunto secondo agli Europei ma ha approfittato dell’assenza di Riner per aggiudicarsi il Masters. 79° Alessio Mascetti.

DONNE

-48 kg
La campionessa panamericana Sarah Menezes (Brasile) ha un grande margine sulla giapponese Haruna Asami e sulla belga Charline Van Snick. Buon 21° posto per Valentina Moscatt.

-52 kg
La kosovara Majlinda Kelmendi continua a guidare la classifica dopo la vittoria a Tjumen’. Alle sue spalle troviamo la nipponica Yuki Hashimoto e la rumena Andreea Chițu. Elena Moretti è 56ma, a pari merito con l’irlandese Lisa Kearney.

-57 kg
Vincitrice dell’oro europeo a Budapest, la francese Automne Pavia è la leader di questa categoria. La top 3 è completata dalla mongola Sumija Doržsuren e dalla giapponese Kaori Matsumoto. Nonostante non gareggi dai Giochi Olimpici, Giulia Quintavalle è ancora 24ma.

-63 kg
La costanza di risultati valgono il primo posto all’israeliana Yarden Gerbi, davanti alla francese Clarisse Agbegnenou, tutt’ora imbattuta nel 2013, ed alla giapponese Kana Abe. Grazie al piazzamento di Tjumen’, Edwige Gwend risale in 19ma piazza.

-70 kg
Splendida sfida tra le -70 kg, con la campionessa europea Kim Polling (Olanda) che precede la canadese Kelita Zupancic, campionessa panamericana, e l’oro olimpico Lucie Décosse (Francia). Erica Barbieri è 55ma.

-78 kg
Primato per la brasiliana Mayra Aguiar, che precede l’ungherese Abigél Joó, presente praticamente in ogni competizione, e la statunitense Kayla Harrison. Vincitrice del Continental Open di Madrid, Assunta Galeone è 37ma.

+78 kg
La massima categoria femminile vede la leadership della campionessa olimpica e panamericana, la cubana Idalys Ortiz, davanti alla brasiliana Maria Suelen Altheman ed alla nipponica Megumi Tachimoto. Tania Ferrara è 66ma, ex-aequo con la giapponese Akemi Hashimoto.

PHOTO: PHILIPPE MILLERREAU / KMSP / DPPI

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top