Golden Gala 2013: le stelle straniere/1

oa-logo-correlati.png

Il Golden Gala 2013 sarà caratterizzato dalla presenza di tanti atleti di caratura mondiale, molti dei quali reduci dai successi olimpici. Vediamone alcuni.

Lancio del disco donne
Il lancio del disco femminile aprirà il programma del Golden Gala: la grande favorita sarà la croata Sandra Perković, laureatasi campionessa olimpica a Londra. A contrastare il suo dominio sarà la cubana Yarelys Barrios, che si è vista aggiudicare il bronzo olimpico in seguito alla squalifica della russa Piščalnikova. Tra le possibili protagoniste anche le tedesche Nadine Müller e Anna Rüh, la francese Mélina Robert-Michon e la lituana Zinaida Sendriutė.

Lancio del giavellotto donne
L’unica atleta del podio olimpico presente sarà la tedesca Christina Obergföll, argento. Ma a sfidarla ci sarà la russa Marija Abakumova, deludente decima a Londra. Attenzione anche alla sudafricana Sunette Viljoen.

Getto del peso uomini
Nel peso maschile si annuncia un possibile duello statunitense: Reese Hoffa e Ryan Whiting dovranno però guardarsi da un altro nordamericano, il canadese Dylan Armstrong, ma anche dall’esperto polacco Tomasz Majewski e dall’arrembante tedesco David Storl.

100 m uomini
Come sempre, la gara più attesa. I partecipanti sono molti, e saranno divisi in due gare. L’attrazione è certamente Usain Bolt, ma al suo fianco correrà lo statunitense Justin Gatlin, che ha già dimostrato di essere in forma quest’anno. Gli Stati Uniti saranno ben rappresentati anche da Michael Rodgers e Rakieem Salaam. Al via, poi, troveremo anche l’ex campione mondiale Kim Collins (Saint Kitts & Nevis), il giovane francese Jimmy Vicaut, il norvegese Jaysuma Saidy Ndure ed il britannico Harry Aikines-Aryeetey.

200 m donne
La gara sprint femminile vedrà come favorita la campionessa olimpica Allyson Felix (Stati Uniti). Attenzione anche a due veterane, come la giamaicana Kerron Stewart e la statunitense Lauryn Williams. Tra le atlete del vecchio continente saranno presenti la bulgara Ivet Lalova e la francese Myriam Soumaré, mentre l’ivoriana Murielle Ahouré sarà l’unica africana al via.

400 m donne
Grande delusa dei Giochi Olimpici, ma sempre protagonista in Diamond League, l’atleta del Botswana Amantle Montsho partirà con i favori del pronostico. Le uniche in grado di insidiarla sembrano essere le statunitensi Francena McCorory e Natasha Hastings.

1500 m donne
La pattuglia dei 1500 sarà guidata dall’etiope Abeba Aregawi. L’atleta africana dovrà però stare attenta all’astro nascente del Kenya, la 19enne Faith Chepngetich Kipyegon. Presenti anche Genzebe Dibaba (Etiopia) e alcune delle più forti atlete di etnia caucasica della distanza: la britannica Hannah England e la statunitense Morgan Uceny.

110 m ostacoli uomini
Sebbene non faccia parte del programma di Diamond League, la lista di partenza sarà ugualmente di tutto rispetto. Il favorito sarà il russo Sergej Šubenkov, che dovrà guardarsi dal francese Garfield Darien e dallo statunitense Joel Brown. Emanuele Abate potrà giocare la carta dell’out-sider, così come l’ungherese Artur Noga e l’olandese Gregory Sedoc.

400 m uomini
Altra gara fuori dal programma della Diamond League, i 400 metri piani vedranno comunque al via lo statunitense LaShawn Merritt. Con lui correranno alcuni dei migliori specialisti europei: il belga Jonathan Borlée, il ceco Pavel Maslák ed i britannici Michael Bingham, Nigel Levine e Martyn Rooney.

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top