Ginnastica Ritmica, Europei: la Russia domina ancora

oa-logo-correlati.png

A Vienna (Austria) seconda giornata per gli Europei di ginnastica ritmica.

La russa Margarita Mamun, come da previsione, stravince il titolo individuale seniores (73.149) davanti alla bielorussa Melitina Staniouta (71.999) e all’ucraina Ganna Rizatdinova (71.716). Lontane, come da previsione, le nostre azzurre: Federica Febbo è 18esima (64.081) e peggiora di una posizione il risultato di venerdì, mentre Veronica Bertolini recupera quattro piazze e chiude 21esima (62.866).

Il trofeo a squadre, che somma i punteggi delle ginnaste di una stessa Nazione, va ovviamente alla Russia (Mamun, Kudryavtseva, Svatkovskaya, 147.114) in dominio sull’Ucraina (Rizatdinova, Maksymenko, Mazur, 141.573) e alla Bielorussia (Halkina, Staniouta, Charopa, 138.115). L’Italia recupera una posizione e chiude nona (126.947). Domani le finali di specialità a cui non potranno partecipare le azzurre.

 

In programma anche la gara a squadre juniores (under 15). Le azzurrine Martina Centofanti, Cecilia Meriggiola, Letizia Cicconcelli, Aurora Peluzzi, Maria Vilucchi e Giulia Muscolino allenate da Kristina Guirova, dopo l’eccellente quinto posto di ieri, scivolano di una piazza dopo il secondo esercizio con i cinque cerchi e chiudono seste (31.391), qualificandosi comunque per la finale di specialità. Ennesimo trionfo della Russia (33.916) davanti alla Bielorussia (32.700) e alla Bulgaria (32.532).

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

(foto UEG)

Lascia un commento

Top