Europei Under 21: Verratti illumina, Insigne segna. Italia ok

oa-logo-correlati.png

Buona la prima per i Mangia boys. Vediamo quali sono stati gli aspetti positivi e quali (veramente pochi) quelli negativi.

Cosa va?

Verratti faro del gioco azzurro. Il regista del PSG diventa subito protagonista con cambi di gioco e verticalizzazioni repentine supportate da movimenti e tagli perfetti dei vari Insigne, Immobile , Florenzi e Borini. In alcuni momenti sembra di rivedere il Pescara zemaniano di due anni fa che vinse il campionato di Serie B con in più tuttavia una difesa attenta e mai in difficoltà nelle rare scorribande offensive inglesi. Reparto arretrato interamente di stampo interista con Bardi, Donati, Bianchetti, Caldirola e Biraghi cresciuti tutti nel vivaio nerazzurro.

A mancare è soltanto il gol, sfiorato in almeno 4-5 occasioni soltanto nel primo tempo. Ci ha pensato tuttavia Lorenzo Insigne a regalare i tre punti agli azzurri. Il talento del Napoli, forgiato anche lui da Zeman prima a Foggia e poi a Pescara, dimostra tutta la sua classe  con una punizione dal limite dell’area all’angolino con il portiere Butland apparso non impeccabile.

Cosa non va?

Troppi errori sotto porta. Contro rivali più forti non concretizzare quanto di buono creato potrebbe risultare fatale. Qualche difficoltà di troppo infine nei minuti finali con il cambio di modulo degli inglesi, passati al centrocampo a tre e il contemporaneo infortunio di Marrone. In frangenti come questi abbandonare il 4-4-2 offensivo per un modulo più accorto potrebbe essere più opportuno.

francesco.drago@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top