Basket, semifinali playoff: Cantù imbattibile in casa, serie sul 2-2

oa-logo-correlati.png

Resiste ancora una volta il fattore campo e la Lenovo Cantù pareggia la serie della semifinale playoff con l’Acea Roma. La squadra di Andrea Trinchieri infila la quinta vittoria consecutiva tra le mura amiche in questa post season, un dato impressionante e che rende il Pianella un palazzetto inespugnabile per gli avversari.

Nell’81-73 finale il protagonista è il giovane vecchio Nicolas Mazzarino. Il capitano dei lombardi segna 19 punti con uno stupefacente 10/10 dalla lunetta ed è ovviamente il migliore in campo tra i suoi. Se l’italo-uruguaiano vince il premio di Mvp della serata, dall’altra parte il vero flop della serata è Gigi Datome: una serata da dimenticare per il capitano di Roma, che per la terza volta in stagione non riesce a raggiungere la doppia cifra e segna solo quattro punti, mostrando un’incredibile difficoltà al tiro (2/12 in totale) per un giocatore, che fino a questo momento era stato il miglior marcatore di questi playoff.

Tornando alla partita Cantù scappa subito nel primo quarto, grazie agli scatenati Aradori e Ragland, che segnano da ogni parte del campo e i brianzoli chiudono i primi dieci minuti sul 23-14. Nel secondo parziale finalmente arriva una reazione da parte di Roma, che trova i primi due punti di Datome e grazie a Goss (migliore dei giallorossi con 24punti) e Lawal si porta a -5, prima di subire un altro clamoroso parziale, che porta Cantù sul massimo vantaggio di +18 sul 39-21.
Rientrati dall’intervallo la partita sembra sempre in controllo per i ragazzi di Trinchieri, ma non hanno fatto i conti con il centro nigeriano dell’Acea (alla fine saranno venti per Lawal), che riporta addirittura Roma a due soli possessi.
Dopo una partita da assoluto spettatore ecco che si sveglia Alex Tyus, che segna otto punti consecutivi e riporta avanti oltre la doppia cifra Cantù. Una seconda reazione dei capitoli c’è, ma ormai è troppo tardi e la festa per i canturini può cominciare.

 

Si tornerà in campo domenica sera, ma si ritorna a Roma e l’Acea è chiamata a rispondere alle due brutte prestazioni in Lombardia. Soprattutto Gigi Datome, apparso davvero molto stanco nelle ultime due sfide, deve cercare una reazione e provare a trascinare i compagni ad una vittoria fondamentale per la stagione dei giallorossi. La Lenovo ha realizzato il suo obiettivo di pareggiare la serie ed ora cercherà il colpo in trasferta, dopo aver mostrato di essere più squadra e di averne di più dal punto di vista fisico.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da ilgiorno.it

Tag

Lascia un commento

Top