Badminton, un’Italia in crescita

oa-logo-correlati.png

Sono passate quarantotto ore circa dal termine dell’avventura della BC Milano nell’European Championship Club di badminton eppure, nonostante sia arrivata l’eliminazione al termine del girone di qualificazione, si ha la sensazione netta che il badminton italiano sia in crescita e stia vivendo un momento positivo.

Se il settore femminile è in un momento poco fortunato in termini di risultati, a causa di un ricambio generazionale in corso a seguito del quasi ritiro di Agnese Allegrini che di fatto, dopo aver partecipato ai Giochi Olimpici ed essersi confrontata con le migliori del mondo, non ha più preso parte ad alcun torneo, il settore maschile sta vivendo un momento assai proficuo.

L’inserimento, in pianta stabile, tra le fila della federazione degli sparring Wisnu Haryo Putro, il quale potrebbe diventare prossimamente italiano, e di Indra Bagus Ade Chandra ha accresciuto notevolmente il livello di gioco dei ragazzi, come testimoniano i risultati ottenuti da Giovanni Greco e Rosario Maddaloni anche nei tornei del circuito internazionale in cui rappresentano il Bel Paese.

Il giocatore campano, inoltre, è stato uno dei protagonisti delle final 16 per la BC Milano poichè ha collezionato numerose vittorie e non è detto che tra meno di un mese a Mersin (Turchia), per i Giochi del Mediterraneo, non sia protagonista.

Vedremo se nell’estate ricca di impegni, visto che gli azzurri cercheranno anche la qualificazione al Mondiale (Guangzhou, Cina; ad agosto), i giocatori del Bel Paese confermeranno quanto di buono fatto a cominciare dalla prossima settimana quando saranno in campo per il Lithuanian Open.

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top