“Atletica Insieme”: la lettera emozionante di Alfio Giomi

oa-logo-correlati.png

Dopo il caso Schwazer scoppiato all’inverosimile e quattro dipendenti FIDAL indagati per concorso in assunzione di sostanze stupefacenti, il Presidente Alfio Giomi ha scritto una lettera commovente per cercare di attirare attorno a sè tutta la buona atletica leggera italiana e per uscire insieme da questa situazione difficile. Pubblichiamo fedelmente (grassetto di Giomi):

“Sono stati, questi ultimi giorni, tristi per la nostra Atletica. Nell’ambito delle indagini sul caso Schwazer la Magistratura ha inquisito personaggi noti e stimati del nostro mondo. Mai come in questo caso, per la serietà e concretezza delle indagini, ribadiamo l’assoluta fiducia nell’operato della Magistratura con la speranza, per non dire certezza, che chi oggi è inquisito domani possa uscire dalla vicenda a testa alta. Testa alta che comunque ha l’Atletica Italiana, offesa ed indignata da quanto accaduto. Le centinaia di migliaia di atleti, tecnici, dirigenti, giudici, semplici innamorati non possono accettare che la parola doping venga accostata all’Atletica, Atletica con la A maiuscola. Uno o pochi responsabili del crimine del doping non possono gettare ombra e fango su un movimento che insieme al valore sportivo mette valori etici al primo posto.

Insieme…. sì, insieme, tutti  insieme, ci battiamo e batteremo per affermare i nostri valori di civiltà, onestà, correttezza.

Sì tutti insieme saremo, siamo Atletica Insieme“.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

(foto Colombo/FIDAL)

Tag

Lascia un commento

Top