23 giugno 2013: buon compleanno, Olimpiazzurra!

oa-logo-correlati.png

Il 23 giugno 2012 Olimpiazzurra faceva la sua comparsa on-line. Eccoci qui, un anno dopo, con tanta soddisfazione e, soprattutto, tanta motivazione a fare sempre meglio, grati del supporto che ogni giorno ci date.

Per l’occasione abbiamo voluto lasciare spazio alle parole di alcuni dei nostri lettori più fedeli che ci hanno scritto per celebrare questo importante compleanno.

Alberto Di Nicola

Vi seguo sia su FB che sul blog da circa 8-9 mesi. Entusiasmato dai giochi di Londra volevo informarmi sulle possibilità italiane di fare bella figura a Rio, e così ho cercato un articolo sulle speranze azzurre nel 2016, e mi sono imbattuto in Olimpiazzurra. E me ne sono letteralmente innamorato! E fu così che iniziai a seguirvi anche su FB. Beh, a distanza di tempo devo ringraziarvi perchè siete tra i pochi che date risalto agli sport olimpionici, che sono il vero barometro sul livello e la cultura sportiva di un Paese. Sono rimasto particolarmente stupito dalle rubriche con campioni del calibro di Ferlito, Pizzo, Mizzau. E soprattutto mi ha fatto tanto piacere sapere che c’è tanta gente che come me è la prima a tifare un atleta azzurro, di cui magari neppure sai il nome, durante una gara, e a saltare qua e la di gioia in caso di medaglia. E’ bello anche condividere la delusione per i molti tecnici federali poco competenti, anche se siamo in pole quando va elogiato chi davvero si fa un mazzo così. Perchè io soffro ogni 2 anni (comprendendo anche i Giochi invernali) davanti alla TV ad ogni gara dove c’è un connazionale in lotta per la medaglia. Bello è anche scoprire che non sono l’unico che, quando spunta un giovane talento italiano di qualsiasi sport, fantastica sulle gesta che si spera possa compiere a Rio o magari nel 2020! Per concludere,vi dico di continuare così, e se dovesse essere organizzato un meeting con redazione e “seguaci” del blog in giro per l’Italia, farò un serio pensiero a venire! Saluti

Gioele Paglia

Grazie perchè date importanza a tutti gli sport e non vi limitate a raccontare solo quelli più conosciuti e seguiti! 
Continuerò a seguirvi per molti anni ancora!

Anonimo

Tanti auguri a voi tanti auguri a voi tanti auguri ad olimpiazzurraaaaaaaaa.
Davvero auguri e complimenti perchè mi tenete sempre informato su tutto ciò che
riguarda lo sport italiano e non solo. Continuate cosi per tanti e tanti anni.

Pio Napolitano

Per me Olimpiazzurra è come quel buon caffé di casa che sorseggio più volte durante la giornata per addolcirmi la bocca. 

Giuseppe Spissu

Mando questa e-mail per fare i complimenti a tutti voi della redazione per quanto fatto durante quest’anno, perché non è da poco informare quotidianamente tutti noi lettori sul vasto panorama degli sport esistenti, per di più con la vostra consueta passione e
professionalità. Mi sono avvicinato al sito soltanto nel periodo dopo i Giochi Olimpici
e voglio sottolineare questo per il fatto che, mentre gli altri quotidiani sportivi si erano ormai rivelati del tutto insufficienti a seguire le imprese dei nostri atleti (non che prima andasse meglio…) data la loro vocazione “monografica” sullo sport preferito dagli
italiani, il vostro sito si è da subito mostrato per quello che cercavo: un modo per rimanere costantemente aggiornato su quanti più sport possibili e su quanto facciano i nostri atleti (e non solo i nostri), senza che qualche sport venga sacrificato per la visibilità di un altro più seguito, senza che si debba attendere tanti anni per sentir parlare di certe discipline e certi atleti. E io di questo vi ringrazio, e anche per avermi fatto interessare a nuovi sport.
Avrete capito che, se devo citare un pregio, mi piace che ogni notizia nuova, che passa sulla parte alta dell’home page, non ha priorità sulle altre se non per il dato cronologico, cosicché venga dato risalto a ogni articolo. Al massimo, mi piacerebbe che fosse messo
anche sull’home page l’elenco “articoli recenti” (quello a lato nella
visualizzazione del singolo articolo). Se devo invece trovare un difetto riguarda la possibilità di commentare gli articoli, dato che chi, come me, non ha un account Facebook si trova impossibilitato a dialogare nel sito con l’autore dell’articolo o altri utenti; spero quindi in futuro ci sia qualche cambiamento in questa direzione.
Forse ho scritto troppo ma mi sembrava davvero doveroso farlo. Faccio ancora i complimenti a tutti e vi auguro un futuro ancora più di successo!

Anonimo

Molte testate giornalistiche sportive predicano sempre la non distinzione tra
sport minori e non poiché tutti gli sport richiedono talento e sacrificio, ma
Olimpiazzurra è l’unica che applica il concetto alla perfezione. Non si può
chiedere finestra migliore sullo sport a 360° con particolare focus sui nostri
atleti azzurri. L’augurio è quello di continuare a migliorare perché credo
veramente che i fantastici ragazzi di Olimpiazzurra contribuiranno sempre di
più a far crescere la politica dello sport in Italia. Avanti tutta e sempre
forza azzurri.

Federico Martone

Dopo il caffè e prima di controllare la mail ogni mattina, vado su Olimpiazzurra per cominciare la giornata all’insegna dello sport. Olimpiazzurra rappresenta indubbiamente il miglior punto di riferimento in Italia per chi, come me, è appassionato di TUTTI gli sport e non solo degli “SKY” sport. Penso che OA dia un contributo importante per lo sviluppo della cultura sportiva italiana e renda il giusto omaggio anche a sport poco televisivi, ma egualmente emozionanti. In particolar modo apprezzo le dirette youtube per manifestazioni non trasmesse e le rubriche.

Continuate così !!!

Alberto Aguzzi

Riassumo tutto in una parola sola: GRANDI. Date luce agli sport minori spaziando in tutti i campi..Bravi! A noi amanti delle olimpiadi e sport di poca ribalta, fate un eccellente servizio…Ottime le rubriche sui giovani e Italia come stai…

Simone Morichini

Carissimi amici di Olimpiaazzurra,

a un anno dalla nascita della vostra testata online, posso dire che, grazie alla vostra scrupolosa e attenta attività giornalistica, riesco a tenermi aggiornato sulle news riguardanti tutti gli sport a portata di un click. E non mi riferisco solo alle discipline sportive che più prediligo (Biathlon e Rugby in testa) ma, anche e sopratutto, a quei sport cui altri organi d’informazione non fanno quasi mai cenno. Che dire, un grazie enorme per tutto quello che fate e continuate così!

Un grosso in bocca al lupo a tutti voi!

Gabriele Dente

Caro Federico, cari amici,
anche se non mi faccio vivo da un po’, vi assicuro che è molto difficile che una giornata finisca senza la mia review del “nostro” sito, così bello e appassionante. In estate ricominciano le competizioni più importanti dei nostri amati sport e mi sento in “obbligo” di confrontarmi con voi, così puntuali e competenti, e con altri appassionati.
Che cosa mi piace di più? Senza piaggeria: per me Olimpiazzurra è un punto di riferimento, il punto di riferimento che nell’era di internet ha preso il posto della “Gazzetta dello Sport”. Non mi sembra vero di navigare in un portale che mi documenta quasi in tempo reale sui risultati e sui resoconti di tutte le gare che vedono impegnati gli atleti azzurri (e non solo…). Ottima le rubrica “Visti da vicino”!
Se proprio dovessi dare un consiglio, forse si potrebbe aggiungere una categoria chiamata “Ultimissime” in cui balzino immediatamente all’occhio gli ultimi risultati o gli ultimissimi articoli inseriti, senza distinzione tra i vari sport. Ma è un di più, direi che il sito va già bene così! Bravi! Bravi! Bravi!
A presto!

Francesco Ragno Adinolfi

Innanzitutto grazie. Grazie per questo anno all’insegna dello sport, grazie per l’informazione continua che ci date senza pause e senza errori. Inotre grazie perchè riempite le giornate di noi poveri malati di sport che attendono notizie fresche sulla staffetta di biathlon o sulla semifinale dei mondiali di beach volley. 
Le mie connessioni al vostro blog sono nell’ordine delle 10-15 al giorno e basterebbe questo per capire quanto da un anno siate diventati importanti, anzi direi 
fondamentali, per il sottoscritto. Il ricordo più bello che ho di Olimpiazzurra è senz’altro quando in piena olimpiade di Londra: scrivo un post di elogio su Jessica Rossi e dopo poche ore lei stessa mi commenta e mi risponde: favoloso! Insomma tantissimi auguri Olimpiazzurra!!

 

 

Infine il pensiero di una persona che ha preferito non rivelarsi….

 

Cara Olimpiazzurra, 

Grazie per tutte queste emozioni che hai saputo regalare ai lettori. Grazie perché in un solo anno hai aperto una strada nuova, un sentiero che porta ad un nuovo modo di pensare e concepire lo sport: un Eden dove tutte le discipline possiedono la stessa dignità, dal badminton al calcio. Sei nata dal nulla, eppure tutti ti hanno voluto bene sin da subito. Ogni giorno arrivano nuovi lettori, ammaliati dal tuo richiamo: troppo grande la voglia di sport. Sei così pura, cara Olimpiazzurra. In te non c’è altra ambizione se non quella di garantire la stessa visibilità a tutte le discipline e di celebrare la tradizionale grandezza dell’Italia. E di far star bene e contenti coloro che partecipano alla concretizzazione del tuo ideale. 
Sei così bella e vitale che non si può non amarti, cara Olimpiazzurra. Hai solo un anno, ma al tempo stesso sei matura e spensierata per guardare a cuore aperto ad un orizzonte sconfinato.

Un abbraccio dal tuo più caro amico 

 

One thought on “23 giugno 2013: buon compleanno, Olimpiazzurra!”

  1. Gabriele Dente scrive:

    ahahah! Tutti bei commenti ma Pio Napolitano ha saputo rappresentarne l’essenza con una semplice immagine! Grande!

Lascia un commento

Top