Il Ministro Fourneyron: “Il Roland Garros deve restare gratuito in tv”

Il Ministro dello Sport francese, Valérie Fourneyron, è intervenuta sui diritti tv del Roland Garros, attualmente detenuti da France Télévisions (per intenderci, l’equivalente della Rai). Secondo la Fourneyron, il torneo “deve restare accessibile a tutti”.

Il maggior numero possibile di partite deve restare gratuito”, ha affermato il Ministro, visto che i diritti televisivi per i prossimi anni devono essere ancora attribuiti. L’emittente pubblica francese, infatti, se li era aggiudicati per il quadriennio 2010-2013 al prezzo di 15,5 milioni di euro, ma potrebbe ora essere insidiata dalla pay-tv BeInSport, proprietà di AlJazeera, con sede in Qatar.

La Fourneyron si è indirizzata in particolare alla FFT (Fédération Française de Tennis), che deve evitare “una visione a breve termine accettando molti soldi ma tirandosi la zappa sui piedi per quanto riguarda l’avvenire. Il Roland-Garros perderebbe la sua attrazione. Ci sarebbero meno telespettatori, perché non tutti i francesi possono permettersi una pay-tv”.

In Francia vige un decreto del 2004 che impone la diffusione gratuita dei 28 avvenimenti sportivi più importanti, e nel decreto sono incluse le finali del Roland Garros. Ma la Fourneyron propone di estendere questo decreto: “Perché non integrare la totalità del torneo?”.

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Roland Garros 2013: l’analisi dei tabelloni. Urna benevola per gli azzurri.

Roland Garros 2013: Sharapova e Serena sono pronte