Pallanuoto, A1 femminile: Top&Flop della sesta giornata

Si sono disputate sabato le partite valide per la sesta giornata del campionato di Serie A1 di pallanuoto femminile. Come ogni settimana Olimpiazzurra vi propone i Top&Flop della giornata, partendo da quelle atlete che si sono maggiormente distinte in vasca.

TOP: 

Arianna Gragnolati: la giovanissima giocatrice del Rapallo Pallanuoto ha portato la sua squadra al successo, realizzando ben quattro gol, così come la compagna Elisa Queirolo, nella partita contro la RN Bogliasco. Nonostante le avversarie non fossero certo le più ostiche della massima serie italiana, l’ottima prestazione della giovane fa ben sperare in vista futura.

Tania Di Mario: ennesima prestazione di spessore della Di Mario che ha indirizzato in maniera abbastanza netta la partita della sua Orizzonte Catania contro la Despar Messina, regolata per 17-10. La romana ha messo a segno sette gol, due dei quali su rigore.

Carla Carrega: coetanea di Arianna Gragnolati, la Cerrega è stata top scorer della sua squadra, la Mediterranea Imperia, nel successo ottenuto contro l’IGM Ortigia. Il successo per le liguri è importante perchè permette loro di tornare nelle prime quattro posizioni della classifica, valide per le qualificazioni alle final four.

FLOP: 

Despar Messina:  non è stata una gran giornata per le siciliane che hanno perso, anche abbastanza nettamente, con l’Orizzonte Catania, dimostrando di non essere ancora pronte per le primissime posizioni della classifica e scivolando così al quinto posto, che non darebbe loro il pass per la fase finale del campionato.

Roma Pallanuoto: il 2013 non è iniziato nel migliori dei modi per la squadra capitolina, che ha patito una sconfitta per 9-6 dall’NGM Firenze. Un successo l’avrebbe riavvicinata in maniera importante alla parte alta della classifica, mentre ora si ritrova a navigare in ottava posizione.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: levantenews.it

 

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, le Nazionali dei cadetti qualificate agli Europei

Volley femminile, Top&Flop della dodicesima giornata