Volley maschile, una super Trento batte Macerata

oa-logo-correlati.png

Appena conclusa la settima giornata della serie A1 maschile di volley. Doveva essere un big match ad altissima intensità. Così è stato. L’Itas Diatec Trentino sembrava scappare via, dominava i primi due set, con tranquillità, controllando tutti i fondamentali. Poi un blackout. Dove siano i meriti della Lube Banca Marche Macerata e i demeriti dei ragazzi di Stoytchev è difficile da capire. Il sestetto di Giuliani ricuciva il gap e pattava incredibilmente l’incontro. Probabilmente un calo di tensione nervosa, una maggior pressione da parte dei trentini e qualche imprecisione di troppo dei campioni d’Italia. Ecco così che è venuto fuori lo stesso film del V-Day, quello giorno che mandò in psicodramma Juantorena e compagni. Ma questa volta non c’è un infortunio dell’italo-cubano a spezzare i sogni e il tie-break è è ben diverso. I campioni del Mondo riescono finalmente nella vendetta e spezzano il filotto dei rivali che venivano da sei successi consecutivi in campionato (dieci se ci aggiungiamo Champions e Supercoppa) Ora i trentini sono a meno cinque dai rivali nella classifica generale ma devono ancora recuperare la partita contro Modena.

 

Ma attenzione. Perché Cuneo, con la netta vittoria di ieri a Verona, si è rifatta sotto e guarda con determinazione alla vetta, distante quattro lunghezze. Il successo di settimana scorsa a Piacenza ha fatto davvero bene ai piemontesi che, grazie a un super Sokolov (sicuramente tra i migliori opposti di questo primo scampolo di stagione), hanno reinserito la marcia giusta.

 

Risponde alle critiche anche Piacenza che riesce a risollevarsi il capo dopo una serie di opache uscite e ad avere la meglio su una Castellana Grotte lontanissima parente di quella capace, non più di sette giorni fa, di battere la Tonno Callipo Vibo Valentia.

I calabresi cancellano immediatamente lo scivolone dello scorso weekend e non hanno particolari problemi (quarto set a parte) a superare San Giustino: la magia continua.

 

Si tira su anche l’Andreoli Latina dopo le sconfitte con le due superpotenze e la caduta in Coppa Cev. I ragazzi di Silvano Prandi superano a domicilio Ravenna, ma la vittoria è arrivata con parecchia sofferenza. Per ritornare sui binari di qualche settimana fa c’è ancora qualcosina a registrare.

 

Questo il dettaglio di tutti i risultati e la nuova classifica:

Marmi Lanza Verona – Bre Banca Lannutti Cuneo               1-3 (18-25; 25-19; 18-25; 16-25)

Itas Diatec Trentino – Lube Banca Marche Macerata                       2-0 (25-23; 25-21; 20-25; 23-25; 15-12)

Copra Elior Piacenza – BCC NEP Castellana Grotte                       3-0 (25-21; 25-22; 25-20)

Sir Safety Perugia – Casa Modena                                         3-1 (25-21; 13-25; 25-21; 25-17)

CMC Ravenna – Andreoli Latina                                          1-3 (22-25; 25-21; 20-25; 17-25)

Tonno Callipo Vibo Valentia – Altotevere San Giustino      3-1 (25-19; 25-18; 23-25; 25-17)

Classifica:

  1. Macerata   19 punti
  2. Cuneo       15 punti
  3. Trento       14 punti (1 partita in meno)
  4. Vibo          14 punti
  5. Latina        13 punti
  6. Piacenza    13 punti
  7. Perugia      10 punti
  8. Verona      7 punti
  9. Modena     6 punti (1 partita in meno)
  10. Giustino    5 punti
  11. Castellana 4 punti
  12. Ravenna    3 punti

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top