Sport Invernali: le possibilità di podio degli azzurri nel fine settimana

oa-logo-correlati.png

Fine settimana denso di grandi appuntamenti con gli sport invernali. Vediamo, disciplina per disciplina, le (scarne) possibilità di podio degli azzurri in percentuale.

Sci alpino, 50%: a Beaver Creek i nostri discesisti hanno dimostrato di sentirsi a proprio agio durante le prove. In superG si può provare la scalata al podio, più difficile in discesa. Domenica, poi, sarà la volta dei gigantisti con i giovani Borsotti e Nani dati in buone condizioni, senza dimenticare il pimpante Moelgg ed i veterani Blardone e Simoncelli in crescita. In campo femminile, sulla carta, l’unica speranza per una top3 è rappresentata da Daniela Merighetti, seconda ieri nelle prove di Lake Louise, anche se la concorrenza straniera (con Vonn e Riesch su tutte) è spaventosa. Si spera in un ingresso tra le dieci di Elena Fanchini.

Sci di fondo, 5%: dopo il flop odierno nella sprint in tecnica classica, gli azzurri cercheranno una reazione di orgoglio nelle gare a skating di domani con partenze ad intervallo. In questo momento, tuttavia, le prime tre posizioni sono un’utopia, anche se possono ambire ad un buon piazzamento Roland Clara e, soprattutto, David Hofer, chiamato a risollevale le sorti della nazionale.

Slittino, 40%: se facessimo riferimento solo alla tappa inaugurale di Igls, la percentuale scenderebbe all’1%. Eppure la pista di Koenigssee può offrire agli azzurri un pronto riscatto per tornare nelle prime posizioni, soprattutto ad Armin Zoeggeler, qui vincitore per otto volte. I riscontri delle prove sono stati positivi, anche se l’impressione è che un eventuale podio potrebbe giungere solo dal singolo maschile.

Salto con gli sci, 0%: la speranza sarà anche l’ultima a morire, tuttavia appare improbabile che Sebastian Colloredo ed Andrea Morassi (tra l’altro non qualificati alla gara odierna) riescano ad occupare una delle prime tre piazze.

Combinata nordica, 0%: senza Pittin, il podio è un’utopia. Gli azzurri continuano a soffrire moltissimo nel salto, tanto che solo Armin Bauer e Giuseppe Michielli si sono qualificati alla gundersen di domani; niente da fare, invece, per Lukas Runggaldier e Samuel Costa.

Biathlon, 10%: sarà l’anno della definitiva esplosione per Lukas Hofer? La 10 km di domani ci chiarirà le idee. L’azzurro, in questo momento, è l’unico che, azzeccando la gara (quindi almeno con il 90% in fase di tiro), può puntare alle primissime posizioni. Da seguire con interesse la crescita del giovane Dominik Windisch. Zero possibilità, invece, in campo femminile.

Pattinaggio velocità, 0%: siamo lontani anni luce dal vertice e ad Astana non si disputerà neppure la sospirata mass start. Parola d’ordine: risalire la china.

 

federico.militello@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top