Sci: Lindsey Vonn, niente gare con i maschi

oa-logo-correlati.png

Il dibattito che ha infiammato lo sci alpino tra la fine dell’estate e l’autunno giunge, per ora, ad un punto cruciale: la FIS ha infatti stabilito che Lindsey Vonn non potrà gareggiare nella discesa maschile di Lake Louise.

Il consiglio della Federazione Internazionale, riunito in questi giorni nella località svizzera di Oberhofen, ha ufficialmente respinto la richiesta presentata dalla campionessa statunitense che tanto aveva fatto discutere gli addetti ai lavori, divisi tra chi vedeva di buon occhio-se non altro per il riscontro mediatico-una sua partecipazione alla gara maschile e chi invece la riteneva una boutade da respingere senza esitazione. La campionessa del Minnesota non aveva certo scelto a caso la pista di Lake Louise per avanzare questa bizzarra richiesta: si tratta infatti di una delle discese più facili del calendario stagionale, con il tracciato molto simile sia per la prova degli uomini, sia per quella delle donne. In queste settimane di dibattito, oltre ad una serie di considerazioni “di principio” (i maschi devono gareggiare con i maschi, le femmine con le femmine), alcune persone avevano posto l’accento sul fatto che, nel caso in cui l’americana avesse potuto disputare la prova maschile, ne avrebbe trattato un indubbio vantaggio per quella femminile, che si corre nella settimana successiva: una considerazione, comunque, facilmente criticabile proprio per la facilità del pendio di Lake Louise, dove la Vonn oltretutto ha vinto ben dieci volte, spesso con distacchi davvero abissali. Ad ogni modo, la FIS ha respinto la richiesta avanzata dalla federsci statunitense a nome della sua atleta di punta adducendo ragioni regolamentari: un atleta di un determinato sesso non può prendere il via a gare dell’altro genere. Se volesse, la quattro volte vincitrice della Coppa del Mondo potrebbe al massimo fare da apripista alle prove maschili, come già avvenuto in alcuni casi del passato.

Dunque, termina (per ora) una vicenda che ha fatto parecchio discutere: Linsey Vonn dovrà concentrarsi unicamente sulle “sue” gare, per aumentare ulteriormente il proprio straordinario bottino costituito da 53 successi in Coppa del Mondo, quattro sfere di cristallo, due medaglie olimpiche e cinque iridate.

foto tratta da diehardsport.com

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top