Nuoto, Europei Chartres: brillano Detti e Pirozzi nelle batterie

oa-logo-correlati.png

Largo ai giovani. L’Italia del nuoto cercava aria nuova dopo il flop di Londra 2012 e le prime batterie degli Europei in vasca corta di Chartres (Francia) hanno fornito subito segnali incoraggianti.

Nei 400 sl impressiona il 18enne Gabriele Detti, qualificatosi per la finale con il miglior tempo assoluto (nuovo personale con 3’43″03), davanti persino al fuoriclasse transalpino Yannick Agnel. E’ probabile che l’idolo locale faccia valere la sua legge nella prova del pomeriggio che assegnerà le medaglie, tuttavia il giovane azzurro appare pienamente in corsa per un podio. Accede all’atto conclusivo anche Andrea Mitchell D’Arrigo, quinto, mentre Gregorio Paltrinieri, ottavo, è escluso solo perché ogni nazione può schierare due soli atleti in finale. L’ottimo stato di forma dei mezzofondisti, infine, è confermato anche dalla decima piazza di Alex Di Giorgio.

Eccellente prestazione anche per Stefania Pirozzi nei 200 farfalla. La 19enne campana (che ha demolito il proprio personal best di quasi due secondi e mezzo) stacca il pass tra le migliori otto con il secondo crono assoluto alle spalle dell’inarrivabile ungherese (favorita per l’oro) Katinka Hosszu. Tenuto conto che in finale l’altra magiara Zsuzsanna Jakabos potrebbe innestare una marcia superiore, la nativa di Benevento potrebbe giocarsi il podio proprio con la connazionale Alessia Polieri, quarta in batteria.

Inizio soft per Fabio Scozzoli nei 100 rana, quinto assoluto e pronto ad accelerare i ritmi in vista delle semifinali del pomeriggio. Tra i migliori 16 dei 50 sl accedono Luca Dotto (quarto con 21″50) e Federico Bocchia (sesto, 21″55).

Si qualifica in finale per il rotto della cuffia Federico Turrini, ottavo nei 200 misti, mentre è positiva la prestazione del debuttante Fabio Laugeni, sesto nei 200 dorso ed atteso dall’atto conclusivo nel pomeriggio. Fuori, invece, Damiano Lestingi, primo degli esclusi, e Luca Mencarini.

Ci si attendeva qualcosa di più da Arianna Barbieri, la quale, pur nuotando molto vicina al proprio limite personale, è solo 11ma nelle batterie dei 100 dorso, anche se nella semifinale del pomeriggio le chance per centrare l’ingresso tra le prime otto sono intatte. Out invece Ambra Esposito. Da segnalare il terzo posto della francese Laure Manadou, che dirà addio al nuoto proprio al termine di questa manifestazione.

Subito eliminata nei 50 rana Chiara Boggiatto, stesso destino per Francesco Giordano e Francesco Pavone nei 100 farfalla.

Lascia un commento

scroll to top