Hockey su ghiaccio, Top&Flop: il ritorno di Bolzano

oa-logo-correlati.png

Top

Di nuovo Bolzano. La sosta per gli impegni delle nazionali ha fatto bene ai campioni d’Italia, aiutati senza dubbio anche dall’arrivo di Niklas Hjalmarsson, campione Nhl nel 2010, che ha scelto l’Alto Adige per passare il tempo durante il lockout del campionato americano. Due vittorie, otto gol fatti e uno solo subito. Regolate Renon e Valpellice, non proprio le ultime due della classifica. Peccato che la rinascita sia arrivata fuori tempo massimo per poter accedere alla final four di Coppa Italia. Ma sempre in tempo per recitare un ruolo da protagonisti in campionato e in Continental Cup.

Adam Dennis. A costo di ripetersi, bisogna dirlo ancora una volta: questo ragazzo è un fenomeno! In una settimana ha messo insieme la quarta partita senza subire gol in stagione (record in campionato) e una sontuosa prestazione nell’incontro vinto ai rigori dal suo Alleghe contro la Valpellice. Se le Civette ne hanno vinte 10 di fila il merito è anche suo.

Milano ha imparato a tirare i rigori. Dopo cinque sconfitte dall’inizio del campionato, Milano ha incominciato a vincere le partite chiuse agli shootout. Entrambi i successi settimanali dei Rossoblu sono arrivati proprio dopo l’overtime: prima sul campo del Renon, poi in casa contro l’Asiago. Quattro punti che consentono di guardare al quarto posto della Valpe, ad appena tre lunghezze di distacco. Niente male per una neo promossa.

La Final Four di Coppa Italia. Non poteva che essere così. In finale ci vanno le quattro squadre che per ora hanno mostrato il miglior hockey. C’è la capolista (quasi) imbattibile Val Pusteria, l’Alleghe di Adam Dennis e del filotto di 10 vittorie consecutive, il Renon costantemente tra le prime della classe, e il Valpellice, in calo dopo un eccellente avvio di stagione. Bolzano paga la pessima partenza e sta fuori per un solo punto.

 

Flop

Il Pontebba non sa vincere. Incapaci di gestire il risultato anche quando le cose si mettono bene. Se le Aquile sono ultime in classifica è anche per tutte le occasioni che hanno sciupato nel corso di un campionato già difficile di per sé, senza bisogno di complicarsi la vita. Nell’ultima settimana i friulani sono riusciti a perdere due partite dopo essersi trovati in vantaggio. Clamorosa la rimonta subita, in casa, contro il Cortina: dal 3-0 al 3-4. Un crollo totale.

Valpe in crisi. Tre sconfitte consecutive, quattro nelle ultime cinque partite, ma soprattutto l’incapacità di imporsi in un big match. Negli ultimi tre turni i piemontesi hanno perso contro Bolzano, Renon e Alleghe. Tutti avversari diretti per i trofei che contano. Gli ultimi scivoloni poi sono costati qualche piazza nella griglia delle Final Four di Coppa Italia, condannando i Bulldogs a una semifinale contro Val Pusteria: praticamente una missione impossibile, visto che contro la capolista la Valpe non ha ancora vinto.

gabriele.lippi@olimpiazzurra.com

Twitter: GabrieleLippi1

Foto da hcb.net

 

Lascia un commento

scroll to top