Ginocchio ko: nuovo intervento chirurgico per la Deagostini!

Ancora una volta. Come se già non bastasse tutto quello che le è capitato nella sua vita di ginnasta. La sfortuna la perseguita e per lei non c’è un momento di tregua. Francesca Deagostini deve di nuovo fermarsi. Di fronte a lei un altro, incredibile muro che la sua grinta e la sua immensa tenacia non sono riuscite ad abbattere. Per il momento, sia chiaro. Le sue ginocchia hanno deciso di fare i capricci e i problemi alle cartilagini si sono fatti sempre più seri. Il leoncino milanese non riesce ad allenarsi a pieno carico, sente parecchio dolore e tutto confluisce in gravi gonfiori.

 

La Dea è così costretta a subire l’ennesimo intervento. L’operazione chirurgica è inevitabile, anche per evitare complicazioni molto più gravi in un prossimo futuro. Dopo la delusione (e la rabbia) per la mancata convocazione olimpica. Dopo tre pazzeschi infortuni alle mani. Dopo le lacrime di dolore a Bruxelles, una delle cause principali della sua assenza a Londra. La sedicenne della Costanza Massucchi non molla. Stringe i denti, si fa coraggio ed è pronta ad affrontare nel migliore dei modi i sei mesi di stop a cui sarà costretta. Convinta, come sempre, dei suoi incredibili mezzi e del suo talento cristallino che solo una serie sciagurata di infortuni (da ricordare anche il distacco della cartilagine del bacino e uno strappo al polpaccio) ha impedito di sbocciare definitivamente.

Perché un amore così sfrenato per l’artistica non può essere frenato da niente e da nessuno. Quando la voglia di emergere e di far capire al Mondo quanto vali veramente è più forte di ogni cosa. Quando la tua testa ti dice che puoi tornare. Magari anche più forte di prima.

 

Volano via i sogni di partecipare ai prossimi Europei (ieri è stato comunicato che la sede è stata spostata da Kazan a Mosca, sempre dal 17 al 21 aprile del prossimo anno) e ai Giochi del Mediterraneo di Mersin (Turchia, 24 giugno-3 luglio 2013). Rimane la speranza di calcare il palcoscenico dei Mondiali di Anversa (Belgio, 30 settembre-6 ottobre 2013). Servirà un recupero pazzesco che è certamente nelle sue corde.

Ma Francesca ha già fatto una promessa. Anzi, con la sua irrefrenabile simpatia e col sorriso che non lascia mai le sue labbra, ha gettato un guanto di sfida che nessuno si sarebbe mai aspettato: “Diventerò la regina delle parallele. Paralleliste tremate”. Le asimmetriche sono sempre state il suo tallone d’Achille, l’attrezzo che le ha procurato gli infortuni più gravi ma è pronta per un ritorno da farfalla, per volare tra uno staggio e l’altro. Da queste parole si capisce il temperamento e la grinta di una vera campioncina innamorata alla follia del suo sport.

 

Cliccate qui per leggere l’intervista esclusiva fatta a Francesca il 19 settembre scorso.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

(si ringrazia Antonella, mamma di Francesca, e la Fan Page ufficiale on Fb amministrata da Anna Meneghel)

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Francesca Deagostini operazione chirurgica

ultimo aggiornamento: 12-10-2012


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ilaria Bombelli in esclusiva: “Finchè il fisico regge non smetto!”

Abierto Mexicano: Gandolfi quinta…con sorpresa, Tamiazzo settimo