Champions League: una grande Juve, le pagelle dei bianconeri

oa-logo-correlati.png

La Juventus non conosce il termine sconfitta e anche nella serata d’esordio in Champions League rimonta i due gol di svantaggio (doppietta di Oscar) al Chelsea campione in carica ed ottiene un preziosissimo punto per la classifica del girone. I gol di Vidal e Quagliarella fanno esplodere di gioia i tifosi bianconeri e lanciano un chiaro messaggio alle contendenti per la vittoria finale. Qui di seguito le pagelle dei bianconeri

BUFFON 6: Il portierone della Nazionale non può nulla sui gol di Oscar, soprattutto sul secondo, vera e propria gemma del talentuoso brasiliano. Invece è attento e preciso su alcune conclusioni da fuori area, facendosi trovare pronto a difendere la propria porta

BONUCCI 5,5: Sua la deviazione decisiva nel vantaggio Blues ed inoltre si fa anticipare da Oscar anche in occasione del raddoppio. Troppe volte impreciso e anche falloso. Meriterebbe il giallo per un bruttissimo intervento proprio sul brasiliano.

BARZAGLI 6: Chiude perfettamente Torres, ma in qualche occasione si fa cogliere impreparato soprattutto nel primo tempo. Rischia il rigore, quando in area di rigore entra in contatto con Hazard. Per sua fortuna l’arbitro non fischia nulla.

CHIELLINI 6,5: Assolutamente il migliore del reparto difensivo. Dalla sua parte il Chelsea non passa mai e sui cross degli inglesi è sempre lui a svettare di testa in maniera imperiosa

LICHSTEINER 5,5: Lo svizzero non incide come al solito e fatica molto perchè dalla sua parte trova un ottimo Cole.

ASAMOAH 6,5: Altra grande prestazione del ghanese. Un motorino a centrocampo: lotta, recupera palloni, si inserisce. Fondamentale nello scacchiere di Antonio Conte.

PIRLO 5: Una delle più brutte partite in campo europeo per il bresciano, che non riesce mai a trovare lo spazio necessario per illuminare il gioco con le sue aperture. Di Matteo gli piazza un uomo addosso e riesce nell’intento di bloccarlo.

VIDAL 8: Semplicemente fantastico, quasi eroico. Con una gamba sola trova il gol che riapre la partita e per tutto il secondo tempo non molla un solo secondo di aggredire gli avversari e lottare su ogni pallone. Un leone.

MARCHISIO 7,5: Doveva essere il match della definitiva consacrazione europea e il centrocampista bianconera  offre una super prestazione. Nel primo tempo va vicinissimo al vantaggio, ma è nella ripresa che sale in cattedra e l’assist per Quagliarella è un cioccolatino.

GIOVINCO 5: Il piccolo folletto sembra inadatto a questi palcoscenici. Fatica maledettamente contro i fisici difensori britannici. Un’occasione importante non sfruttata.

VUCINIC 5: Il montenegrino deve fare di più. Si divora il gol del vantaggio ed un minuto dopo Oscar lo punisce. Si accende e si spegne costantemente.

QUAGLIARELLA 7: Quasi tutti ci eravamo dimenticati della punta napoletana. Entra e in meno di cinque minuti si fa trovare prontissimo segnando il gol più importante della carriera. Nel finale va vicino anche alla clamorosa doppietta, centrando la traversa. Si è guadagnato sul campo la riconferma.

CONTE/CARRERA 6,5: Un voto che vale per entrambi perchè uno guida la squadra per tutta la settimana, mentre l’altro lo fa solo in campo. Ormai la Juventus ha la mentalità delle più forti squadre d’Europa e oggi ha dimostrato che lottare per qualcosa di grande non è un’utopia.

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto reuters

Tag

Lascia un commento

Top