Cara Italia, “Un’esperienza fantastica”

oa-logo-correlati.png

Finalmente a casa! Dopo 13 giorni di permanenza nel villaggio alle 13 partenza per l’aeroporto di Heathrow. Si chiude un’esperienza fantastica, al di là del risultato sicuramente deludente. Rientro sicuramente più forte, consapevole che l’esperienza paralimpica mi ha permesso di “toccare con mano” il livello del basket in carrozzina mondiale e mi ha fatto capire su cosa lavorare per poter raggiungere questo livello. Si torna a casa cercando di portarsi dietro solo le cose positive, come mi ha detto il mio compagno Galliano. Sono onorato di aver condiviso questa avventura con tutti i miei compagni, da chi era, come me, alla prima esperienza, a chi, invece, di esperienza ne ha da vendere, fino a chi, probabilmente, ha giocato la sua ultima partita a Londra (che soddisfazione, grande Vincenzone Di Bennardo!).
Un ringraziamento speciale va a tutta la nazionale, giocatori, tecnici e staff, che sono stati la mia seconda famiglia negli ultimi mesi, alla mia prima e vera famiglia, che mi ha seguito fino a Londra insieme alla mia ragazza e a mia cugina. Poi, naturalmente, devo ringraziare olimpiazzurra.com che mi ha permesso di raccontare quello che è stato Londra 2012. E “last but not least “, un grazie a tutti voi che ci avete seguito e sostenuto dall’Italia.

Jacopo Geninazzi

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top