Speed Skating, Coppa del Mondo Nagano 2016: team pursuit azzurro quarto ad un soffio dal podio

pagina-FB-Michele-Malfatti.jpg

Continua la “maledizione” per il team pursuit italiano nella Coppa del Mondo 2016-2017 di speed skating. Dopo il quinto posto di Harbin (Cina), arriva un quarto a Nagano (Giappone), nella seconda tappa di World Cup, a due decimi di secondo dalla terza piazza occupata dalla Nuova Zelanda. Una vera disdetta per il trio composto da Andrea Giovannini, Nicola Tumolero e Michele Malfatti che, secondi al passaggio di metà gara, sono un po’ calati nell’ultimo stint, sfiorando la top 3 col tempo di 3’45″21. Un riscontro comunque ottimo per una squadra molto giovane con ampi margini di miglioramento. La prova è stata vinta, manco a dirlo dall’Olanda in 3’42″65 a precedere la Corea del Sud (3’44″38) ed appunto i neozelandesi (3’45″03).

Restando ai colori azzurri, buona prestazione di Fabio Francolini nelle semifinali della mass start, terzo in 8’02″63. Ritroveremo così Fabio in finale domani, dove si giocherà molte chanche per centrare un altro risultato prestigioso. Nei 1000m (Divisione B) Mirko Giacomo Nenzi ha ottenuto il 19esimo crono (1’11″28) in una graduatoria dominata dai colori coreani con in testa Jin-Su Kim. Sul versante femminile, la nostra Francesca Bettrone si è classificata al diciassettesimo tempo in 1’20″48 senza entusiasmare più di tanto nella categoria capeggiata dall’austraica Vanessa Herzog (1’17″31).

Nei 1000m femminili (Divisione A), successo di Heather Bergsma (Richardson) in 1’14″81, che conferma il suo ottimo stato di forma ed unica ad infrangere il muro del 1’15”, battendo la coppia giapponese Nao Kodaira (1’15″18)/Miho Takagi (1’15″32). Tra gli uomini, doppietta orange firmata da Kjeld Nuis in 1’08″46 davanti al connazionale Kai Verbij (1’08″58) ed al russo Pavel Kulizhnikov (1’08″80).

Infine, nelle prove a squadre spint, successi delle padrone di casa in 1’27″78, facendo meglio delle russe (1’28″58) e delle olandesi (1’29″78), e dei canadesi in 1’20″52 mettendosi alle spalle la Germania (1’21″27) ed i nipponici (1’21″53).

 

RISULTATI COMPLETI

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina FB Michele Malfatti

Lascia un commento

Top