Eneco Tour 2016: Sagan regala spettacolo, Naesen ancora in mostra. Vince Terpstra, il punto

ciclismo-peter-sagan-twitter-eneco-tour-2016.jpg

L’Eneco Tour, breve corsa a tappe che unisce le classiche delle Ardenne a quelle del pavé e offre agli specialisti di queste gare di esprimersi su questi terreni anche in un periodo diverso dell’anno, si è concluso oggi a Geraardsbergen. Come sempre, sono emersi risultati interessanti, anche in ottica Mondiali. 

Peter Sagan, dopo aver tentato l’assalto alla medaglia olimpica nella Mountain Bike, è tornato a vincere e convincere anche su strada. Lo slovacco si è imposto in Quebec, al Campionato Europeo e ha vinto due tappe all’Eneco quando manca meno di un mese ai Mondiali di Doha. Nonostante non abbia caratteristiche da velocista puro, l’iridato in carica ha mostrato un’esplosività esagerata allo sprint e si è candidato per bissare il successo ottenuto lo scorso anno in quel di Richmond.

Segnali diversi, ma altrettanto importanti, potrebbero essere arrivati dal belga Oliver Naesen, atleta della IAM Cycling pronto a passare all’Ag2r La Mondiale in vista della prossima stagione. Potenziale talento nelle Classiche, dopo alcuni buoni risultati in primavera è decisamente cresciuto di colpi in questa parte di stagione: ha vinto la Bretagne Classic e ha chiuso al terzo posto la classifica finale dell’Eneco Tour, dimostrandosi all’altezza dei migliori nell’ultima frazione con tre passaggi sul Muur. Ad aprile 2017 sarà tra gli osservati speciali tra Fiandre e Roubaix. A 26 anni, potrebbe aver raggiunto la maturità.

Niki Terpstra, che in carriera ha vinto una Parigi-Roubaix e ha chiuso in seconda posizione un Fiandre, ha letteralmente ribaltato la situazione nell’ultima giornata di corsa. Ha attaccato da lontano, ha sfruttato al meglio il chilometro d’oro (tre sprint con bonus di tempo in 1000 metri, una caratteristica di questa corsa) e si è preso la prima posizione nella generale. Bene anche Edvald Boasson Hagen, che ha vinto l’ultima tappa. A lui la Dimension Data chiede risultati: nel 2016 sono arrivati in corse di secondo piano, l’anno prossimo potrebbe puntare al colpo grosso, alla portata di un corridore con il suo talento.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: profilo Twitter Eneco Tour

Lascia un commento

Top