Ciclismo su pista, Paralimpiadi Rio 2016: Jenny Narcisi lontana dalla finale dell’inseguimento C4. Tre record del mondo

Jenny-Narcisi-paralimpiadi-ciclismo-su-pista-foto-grazia-colosio-facebook.jpg

L’azzurra Jenny Narcisi aveva poche possibilità di fare strada nell’inseguimento individuale femminile categoria C4 e difatti ha chiuso all’ottavo posto, l’ultimo disponibile, i 3000 metri dell’eliminatoria che ha aperto le Paralimpiadi di Rio 2016 sul velodromo brasiliano. Alto il tempo, 4:19.968. Si qualificano per le semifinali due statunitensi (Shawn Morelli, prima in 3:57.741, e Megan Fisher, quarta in 4:03.433), un’australiana (Susan Powell, seconda in 4:01.964) e una neozelandese (Katherine Horan, terza in 4:02.608). Nelle altre gare sono maturati tre record del mondo, tutti firmati Gran Bretagna: il 4:03.544 di Megan Giglia nella categoria C1-2-3 femminile e il 3:31.394 di Sarah Storey nelle donne C5 e il 4:08.146 di Steve Bate negli uomini B. Dalle 21.30 le quattro finali.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Grazia Colosio

Lascia un commento

Top