Calcio, qualificazioni Mondiali 2018: le pagelle di Israele-Italia 1-3. Verratti inventa, Chiellini malissimo

Giorgio-Chiellini-Italia-Calcio-wikipedia-libera.jpg

Nonostante oltre 35′ di inferiorità numerica per l’espulsione a inizio secondo tempo di un inguardabile Giorgio Chiellini, l’Italia comincia bene il suo girone di qualificazione ai Mondiali 2016 espugnando 3-1 Israele. Le pagelle degli azzurri:

Buffon, 6: non ha colpe sulla perla di Ben Haim che vale il provvisorio 1-2. A inizio ripresa è attento su un tiro da fuori di Biton.

Barzagli, 6: perde due palloni in avvio, poi si riscatta e completa una prestazione sufficiente, migliore di quella di Bari.

Bonucci, 6.5: il più attento della difesa azzurra, con il lusso ritrovato dei lanci per le punte. Per poco, Eder non fa 3-1.

Chiellini, 4: male, malissimo. In Nazionale sembra che ci sia il cugino scarso. Peggiore in campo a Bari contro la Francia, irriconoscibile anche stasera. Perde subito tanti palloni, regala goffamente il gol che riapre la gara e si fa espellere al 55′. Danni infiniti.

Candreva, 6.5: inizia subito in maniera aggressiva. Freddo dal dischetto per il 2-0, regala un assist al bacio a Pellè in cui però si esalta Goresh. Più preciso nei cross rispetto a Bari. Dal 66′ Florenzi, 6: quando entra l’Italia è in affanno e il romanista svolge al meglio il suo compito difensivo. Pregevole la giocata d’effetto nel finale.

Parolo, 6: recupera molti palloni a inizio gara, dà quantità quando Israele aumenta il forcing.

Verratti, 6.5: marcato a uomo come spesso e volentieri accadeva a Pirlo, si accende e manda in porta Antonelli (che poi serve a Pellè tutto solo) per il vantaggio dell’Italia. Non ha i novanta minuti nelle gambe e infatti cala vistosamente nella ripresa, ma in condizioni normali sarebbe stato sostituito.

Bonaventura, 7: tra i migliori in campo nel primo tempo. Conquista il rigore del raddoppio con un grande inserimento, regala qualità al centrocampo e svolge al meglio la doppia fase. Brillante. Dal 63′ Ogbonna, 6.5: fa buona guardia in un momento difficile per la retroguardia azzurra.

Antonelli, 6.5: l’esterno rossonero potrebbe essere tra i migliori nel suo ruolo se solo godesse di maggior continuità fisica. Adesso che non è infortunato, però, veste meritatamente la maglia da titolare della Nazionale. E regala l’assist a Pellè per l’1-0.

Pellè, 7: sempre letale, segna il gol vantaggio da rapace e sfiora il 3-1 a fine primo tempo di testa. Poi la sponda aerea per il tris di Immobile è una chicca silenziosa ma decisiva.

Eder, 5.5: più in ombra rispetto a settimana scorsa, si vede solo a inizio ripresa quando sfiora il terzo gol azzurro con un delizioso pallonetto. Dal 70′ Immobile, 7: con Ventura si esalta. Il terzo gol è voluto e meritato. Pedina importante per il futuro.

All. Ventura, 6.5: contava il risultato, e i tre punti arrivano. Troppa sofferenza, però, contro un avversario tutto cuore e poca qualità. L’Italia continua a ballare in difesa e l’espulsione di Chiellini complica tutti i piani dopo un primo tempo tutto sommato agevole. Importante la tenuta mentale nella parte conclusiva della partita: (anche) questo gruppo ha carattere.

Le pagelle di Israele: Goresh 6, Bitton 5.5, Tibi 5.5 (dal 50′ Gershon 5.5), Tzedek 6, Davidzada 5.5, Biton 6.5 (dal 58′ Atzily sv), Yeini 6, Kayal 6, Ben Haim 6.5 (dal 62′ Kehat sv), Hemed 6, Zahavi 5.5, all. Levy 6.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

Lascia un commento

Top