Vela, Olimpiadi Rio 2016: Flavia Tartaglini a medaglia se… Le possibili combinazioni

Flavia-Tartaglini-FB.jpg

Un finale pazzesco, una trama degna dei migliori thriller… A Marina da Glória, baia di Guanabara – Rio de Janeiro, la romana Flavia Tartaglini (classe RS:X) potrà inseguire domani il Sogno di ogni sportivo: vincere una medaglia olimpica. Al suo primo tentativo, a 31 anni, dopo una vita passata a lavorare sodo e ad ammirare le gesta della regina globale indiscussa del windsurf, Alessandra Sensini.

Alla vigilia della Medal Race conclusiva (assegnante punteggi doppi rispetto alle 12 precedenti regate: quindi, 2 punti alla prima, 4 alla seconda, 6 alla terza, ecc.), la nostra velista è in testa alla classifica, a pari punti con la giovane e solida russa Stefaniya Elfutina, sulla quale può però vantare un maggior numero di regate vinte (4 contro 0). Segue il terzetto Chen-Picon-Davidovich a cinque punti e la spagola Alabau Neira, a sei.

Vediamo quali sono le combinazioni che permetterebbero all’Italia di aggiungere un altro metallo prezioso al suo medagliere (in caso di parità di punteggio vale il piazzamento nella Medal Race).

ORO

IPOTESI 1. Flavia Tartaglini vince l’ultima regata, la Medal Race.

IPOTESI 2. Tartaglini finisce davanti alla Elfutina ma Alabau, Chen, Picon o Davidovich non devono precedere l’azzurra di 3 o più posizioni.

IPOTESI 3. Soddisfatte le condizioni dell’ipotesi 2, l’olandese De Geus non deve precedere l’azzurra di 7 o più posizioni.

IPOTESI 4. Soddisfatte le condizioni delle ipotesi 2-3, la britannica Shaw non deve precedere l’azzurra di 8 o 9 posizioni.

IPOTESI 5. Soddisfatte le condizioni delle ipotesi 2-3-4, la brasiliana Freitas non deve precedere l’azzurra di 9 posizioni (cioè lei prima e Tartaglini 10^).

ARGENTO

IPOTESI 1. Tartaglini seconda o terza.

IPOTESI 2. La Elfutina precede Flavia Tartaglini, che finisce quarta o peggio, ma Alabau, Chen, Picon o Davidovich non devono vincere.

IPOTESI 3. Soddisfatte le condizioni nei confronti delle avversarie precedenti, l’olandese De Geus non deve precedere l’azzurra di 7 o più posizioni.

IPOTESI 4. Soddisfatte le condizioni nei confronti delle avversarie precedenti, la britannica Shaw non deve precedere l’azzurra di 8 o 9 posizioni.

IPOTESI 5. Soddisfatte le condizioni nei confronti delle avversarie precedenti, la brasiliana Freitas non deve precedere l’azzurra di 9 posizioni (cioè lei prima e Tartaglini 10^).

BRONZO

IPOTESI 1. Tartaglini quarta.

IPOTESI 2. Tartaglini quinta, due fra Alabau, Chen, Picon e Davidovich ai primi due posti ma Elfutina dietro la nostra velista.

IPOTESI 3. La Elfutina precede Flavia Tartaglini, che finisce sesta o peggio, ma solo una fra Alabau, Chen, Picon e Davidovich può precedere l’azzurra di 3 o più posizioni.

IPOTESI 4. Soddisfatte le condizioni nei confronti delle avversarie precedenti, l’olandese De Geus non deve precedere l’azzurra di 7 o più posizioni.

IPOTESI 5. Soddisfatte le condizioni nei confronti delle avversarie precedenti, la britannica Shaw non deve precedere l’azzurra di 8 o 9 posizioni.

IPOTESI 6. Soddisfatte le condizioni nei confronti delle avversarie precedenti, la brasiliana Freitas non deve precedere l’azzurra di 9 posizioni (cioè lei prima e Tartaglini 10^).

La Medal Race decisiva scatterà domani, domenica 14 agosto poco dopo le ore 19 italiane, salvo slittamenti (molto frequenti nella vela) dovuti a condizioni meteo sfavorevoli. Che Marina da Glória possa davvero essere tale per i colori italiani…

giuseppe.urbano@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo FB Flavia Tartaglini

Lascia un commento

Top