Judo, Olimpiadi Rio 2016: sfida tra Menezes e Kondo nella 48 kg, Moscatt outsider

Judo-Sarah-Menezes.jpg

Si apriranno domani, sabato 6 agosto, le competizioni del judo ai Giochi Olimpici di Rio 2016: il primo titolo femminile che verrà assegnato sarà quello della categoria 48 kg.

La più bassa divisione di peso del settore femminile sarà anche una delle più attese dal pubblico locale: la 48 kg è infatti la categoria di Sarah Menezes, che a Londra 2012 conquistò la medaglia d’oro. La ventiseienne brasiliana, che vanta anche tre bronzi mondiali, avrà il chiaro intento di ripetersi, ma la concorrenza sarà agguerritissima. I favoriti del pronostico pendono infatti verso la giovane giapponese Ami Kondo, atleta classe 1995 che già nel 2014 si è laureata campionessa iridata: grande talento del judo nipponico, Kondo ha dovuto superare un arduo confronto interno con la più esperta Haruna Asami per guadagnarsi il pass a cinque cerchi.

Tra le pretendenti al titolo olimpico non si può dimenticare la campionessa iridata in carica, l’argentina Paula Pareto, che a sorpresa ha conquistato la medaglia d’oro mondiale lo scorso anno: la trentenne avrà una motivazione supplementare in occasione della prima edizione olimpica organizzata in America Meridionale. Tra le campionesse che punteranno al podio, la testa di serie numero uno sarà la mongola Urantsetseg Munkhbat, che invece fu iridata nel 2013, e che vive la sua grande rivalità con l’ex connazionale Otgontsetseg Galbadrakh, spinta a rappresentare il Kazakistan proprio per evitare il difficile confronto interno: le due, però, non potranno incontrarsi se non in un’eventuale finale. L’Europa potrà contare sulle sue due atlete di punta, la belga Charline Van Snick, vincitrice del titolo continentale nelle ultime due edizioni, e l’ungherese Éva Csernoviczki, che invece trionfò nei Campionati Europei del 2013 e del 2014.

L’azzurra Valentina Moscatt, aggiunta alla lista delle qualificate all’ultimo momento per via del mancato utilizzo delle quote dedicate all’Oceania, partirà con una posizione di outsider, ma dalla sua parte c’è una particolare coincidenza: anche Rosalba Forciniti fu “ripescata” per le Olimpiadi di Londra 2012, per poi andare a conquistare una sorprendente medaglia di bronzo. Alla sua prima esperienza olimpica dopo aver visto sfumare la qualificazione quattro anni fa, Moscatt esordirà contro la vietnamita Văn Ngọc Tú, atleta più che mai alla sua portata. Difficili, invece, gli eventuali incontri successivi: agli ottavi dovrebbe trovare la sudcoreana Jeong Bo-Kyeong, numero otto del seeding, atleta apparsa in grande forma ad inizio anno e vincitrice dello scontro diretto con Moscatt al Grand Prix di Almaty, mentre in caso di qualificazione ai quarti dovrà probabilmente vedersela con la già citata Munkhbat.

PARTECIPANTI E TESTE DI SERIE
1. Urantsetseg Munkhbat  (MGL)
2. Paula Pareto  (ARG)
3. Ami Kondo  (JPN)
4. Sarah Menezes  (BRA)
5. Julia Figueroa  (ESP)
6. Otgontsetseg Galbadrakh  (KAZ)
7. Éva Csernoviczki  (HUN)
8. Jeong Bo-Kyeong  (KOR)
Charline Van Snick  (BEL)
Taciana Lima  (GBS)
Monica Ungureanu  (ROU)
Irina Dolgova  (RUS)
Dilara Lokmanhekim  (TUR)
Maryna Cherniak  (UKR)
Dayaris Mestre Álvarez  (CUB)
Laëtitia Payet  (FRA)
Shira Rishony  (ISR)
Valentina Moscatt  (ITA)
Edna Carrillo  (MEX)
Kim Sol-mi  (PRK)
Chloe Rayner  (AUS)
Asaramanitra Ratiarison  (MAD)
Văn Ngọc Tú  (VIE)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top