Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Tutte le ginnaste già medagliate ai Giochi: spiccano Ponor, Mustafina, Douglas e RaismanVa

raisman-11-1.jpg

Alle Olimpiadi di Rio 2016 gareggeranno sette ginnaste che hanno già conquistato almeno una medaglia ai Giochi.

La più titolata di tutte è la rumena Catalina Ponor che ad Atene 2004 vinse tre medaglie d’oro (squadra, trave, corpo libero) e che a Londra 2012 salì sul podio a cinque cerchi in due occasioni (argento al quadrato, bronzo nel team event).

Quattro allori nel palmares della russa Aliya Mustafina, tutti conquistati quattro anni fa: Campionessa Olimpica alle parallele asimmetriche, bronzo nell’all-around e al corpo libero (ebbe la meglio nel parimerito con Vanessa Ferrari), argento nella prova a squadre.

Due medaglie d’oro a testa, invece, per Gabby Douglas e Aly Raisman: Fierce Five trionfanti nella prova a squadre con gli USA e capaci poi di vincere un titolo individuale, rispettivamente nel concorso generale e al corpo libero.

Un’altra Campionessa Olimpica ai nastri di partenza è la nordcoreana Hong Un Jong che si impose al volteggio a Pechino 2008 precedendo l’infinita Oksana Chusovitina che tornò a festeggiare dopo 16 anni dall’oro a squadre ottenuto a Barcellona 1992 con la Comunità degli Stati Indipendenti.

Mai trionfatrice ma medagliata in ben due occasioni è la russa Maria Paseka che a Londra 2012 salì sul podio con la squadra (argento) e al volteggio (bronzo).

 

 

Sono invece molti di più gli uomini già medagliati ai Giochi che scenderanno in pedana anche a Rio. Su tutti il giapponese Kohei Uchimura, Campione in carica nel concorso generale e vincitore anche di quattro medaglie d’argento (all-around e squadre nel 2008, squadre e corpo libero nel 2012).

Ai nastri di partenza avremo anche Arthur Zanetti ed Epke Zonderland, Campioni Olimpici agli anelli e alla sbarra.

A Londra 2012 brillano i britannici Kristian Thomas (bronzo con la squadra), Max Whitlock (bronzo con la squadra e al cavallo) e Louis Smith (bronzo con la squadra e argento al cavallo, attrezzo su cui fu terzo a Pechino 2008).

Eterno il rumeno Dragulescu che salì sul podio a cinque cerchi addirittura ad Atene 2004 quando si mise al collo l’argento al corpo libero e il bronzo con la squadra e al volteggio.

Fabian Hambuechen vorrà migliorare l’argento e il bronzo alla sbarra conquistati tra il 2012 e il 2008. Presenti anche i giapponesi RyoheI Kato, Koji Yamamuro e Yusuke Tanaka, tutti d’argento con la squadra a Londra 2012.

Chiudiamo con gli altri atleti che conquistarono il podio quattro anni fa: Marcel Nguyen (argento all-around e parallele), Denis Ablyazin (bronzo al corpo libero e argento al volteggio), Igor Radivilov (bronzo al volteggio), Danell Leyva (bronzo all-round). Risalgono invece a Pechino 2008 l’argento di Filip Ude al cavallo e il bronzo di Anton Fokin alle parallele.

 

stefano.villa@oasport.it

Lascia un commento

Top