Canottaggio: settore femminile fondamentale in vista di Tokyo 2020, da Rotterdam interessanti riscontri per l’Italia

MP8_3889.jpg

Contano sino a un certo punto ma le due medaglie vinte oggi ai Mondiali Pesi Leggeri “barche non olimpiche” under 23 in corso a Rotterdam sono un bel biglietto da visita per il quadriennio olimpico che verrà. La palma di miglior equipaggio visto oggi a Rotterdam se la prende il quattro di coppia pl di Paola Piazzolla (VVF Billi), Asja Maregotto (SC Padova), Allegra Francalacci (SC Pontedera) e Giorgia Lo Bue (SC Palermo).

Oro e record mondiale abbassato di oltre 3 secondi per il quartetto tricolore che dopo i primi 1000 metri in controllo, si è letteralmente scatenato nella seconda parte di gara. Brave anche Carmela Pappalardo e Ludovica Serafini. Le atlete del CC Aniene hanno conquistato infatti la medaglia d’argento nel due senza alle spalle del Canada. Incoraggiante anche il dato che vede in acqua il doppio degli equipaggi femminili in finale rispetto alla rassegna della passata stagione.

Con l’ingresso del quattro senza e l’allargamento a sette delle discipline femminili, quelle di Tokyo 2020 saranno le Olimpiadi della parità tra i sessi per il canottaggio. Farsi trovare senza nemmeno una barca da medaglia sarebbe perciò un grave errore per un movimento che, nonostante gli sforzi, ha faticato a fare il salto di qualità in questi anni.

Il canottaggio femminile ai Giochi:

2016 Due senza e doppio pl
2012 Due senza
2008 Doppio senior e singolo
2004 Doppio senior
2000
1996 Doppio pl e doppio senior
1984 Quattro di coppia e singolo

francesco.drago@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top