Canottaggio, Olimpiadi Rio 2016: Pietro Ruta guida il quattro senza pl, Svizzera a caccia dell’oro

QUATTRO-SENZA-pesi-leggeri-pietro-ruta-livio-la-padula-martino-goretti-stefano-oppo-2-canottaggio-foto-federazione-e1470399329440.jpg

Tre anni ad alti livelli vissuti nel doppio pesi leggeri in coppia con Andrea Micheletti e all’ultimo il cambio nel quattro senza pesi leggeri. Toccherà a Pietro Ruta rilanciare una barca che ha faticato parecchio dopo la finale iridata del 2015. Senza nessun riscontro in competizioni internazionali è tuttavia difficile ipotizzare il potenziale di Ruta, Stefano Oppo, Martino Goretti e Livio La Padula; la finale potrebbe essere un obiettivo alla portata del quartetto tricolore che avrà di fronte equipaggi ben più rodati e con un palmares più ricco.

SVIZZERA PER IL TRIS Campioni del mondo ed europei, gli svizzeri Mario Gyr, Simon Niepmann, Simon Schürch e Lucas Tramèr puntano all’oro in Brasile. Avversari? I neozelandesi James Hunter, Alistair Bond, Peter Taylor e James Lassche e i danesi Morten Joergensen, Jacob Barsoe, Jacob Larsen e Kasper Joergensen quelli da tenere d’occhio. Attenzione anche a Francia e Gran Bretagna mentre non ci saranno i sudafricani campioni olimpici di Londra 2012.

L’ITALIA ALLE OLIMPIADI NEL QUATTRO SENZA PESI LEGGERI

Atlanta 1996 Carlo Gaddi, Ivano Zasio, Leonardo Pettinari, Andrea Re
Sydney 2000 Salvatore Amitrano, Franco Sancassani, Catello Amarante, Carlo Gaddi
Atene 2004 Lorenzo Bertini, Catello Amarante, Salvatore Amitrano, Bruno Masharenhas BRONZO
Pechino 2008 Jiri Vlcek, Catello Amarante, Salvatore Amitrano, Bruno Masharenhas
Londra 2012 Daniele Danesin, Andrea Caianiello, Marcello Miani, Martino Goretti 12°
Rio de Janeiro 2016 Pietro Willy Ruta, Livio La Padula, Martino Goretti, Stefano Oppo

Foto di Mimmo Perna

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top