Beach volley, Olimpiadi Rio 2016. Le semifinali femminili: Simply the best

ross-walsh-16.8.2016.jpg

Il meglio del beach volley mondiale femminile si è dato appuntamento questa sera/notte a Copacabana. Le quattro coppie più attese, più forti del circuito sono qui a darsi battaglia per salire sul podio olimpico. C’è Kerri Walsh a caccia di un quarto oro da leggenda, ci sono le brasiliane Agatha/Barbara e Larissa/Talita che vogliono mandare in delirio l’Arena di Copacabana per un successo che vale una vita, ci sono le tedesche Ludwig/Walkenhorst che sono tutto tranne che una sorpresa.

LARISSA/TALITA (BRA)-LUDWIG/WALKENHORST (GER). E’ una sfida stellare, non ci sono altre parole per definire lo scontro fra le beniamine del pubblico di Rio e le tedesche che si sono conquistate a sun di risultati e con una qualità di gioco e continuità di rendimento i galloni di favorie al pari delle altre big del torneo.

Larissa/Talita in stagione hanno vinto due volte, a Vitoria, sulla sabbia di casa e a Gstaad in quelle che sono state le prove generali di Rio con tutti i più forti in campo. Podia anche a Olsztyn, Amburgo e Mosca per le brasiliane. Le tedesche registrano quattro tornei vinti e cinque podi complessivi negli ultimi tre mesi. Hanno vinto ad Antalya, Amburgo, Olsztyn e Klagenfurt e hanno chiuso terze a Gstaad.

I precedenti parlano a favore delle tedesche. Solo quattro sfide tra le due coppie (del resto Larissa/Talita sono assieme da due anni) e tutte nelle fase decisive dei vari tornei. Lo scorso anno due volte Ludwig/Walkenhorst (a Yokohama e St. Petersburg) ebbero la meglio ma Larissa/Talita si presero la vittoria nella finale del Worlòd Tour a fine stagione. Quest’anno la “vendetta” è arrivata a Olsztyn, sempre in finale, con il successo in tre set di Ludwig/Walkenhorst che dunque conducono 3-1.

WALSH/ROSS (USA)-AGATHA/BARBARA (BRA). Prima e seconda dei Giochi Olimpici contro le campionesse del mondo in carica. Se non è il massimo questo… Guardando ciò che è accaduto finora in stagione le statunitensi partono con i favori del pronostico ma per le brasiliane questa è “la” partita, il match per cui hanno lavorato tutto un anno e ovviamente non lasceranno nulla di intentato. L’esperienza è a favore delle statunitensi che oltretutto stanno giocando benissimo a Rio ma la torcida e la situazione particolare lasciano aperti spiragli per le brasiliane. Agatha/Barbara dopo la stagione di grazia 2015 non hanno vissuto un’annata indimenticabile, in quella attuale, non riuscendo mai a salire sul gradino più altro del podio. Un secondo posto ad Amburgo e un terzo a Maceiò i migliori risultati di un’annata tutta rivolta a questo appuntamento per la coppia iridata. Walsh e Ross invece, quando si sono presentate, hanno sempre ottenuto risultati di eccellenza, vincendo a Rio, Fuzhou, Cincinnati, Mosca e salendo sul podio a Gstaad, Xiamen e Vitoria.

Anche qui i precedenti sono quattro ma tutti piuttosto lontani nel tempo. Le due coppie si sono affrontate tre volte nel 2014, con la finale di Long Beach vinta dalle padrone di casa statunitensi e l’unica vittoria di Agatha/Barbara a Shanghai. L’ultimo match fra le due coppie risale a Gstaad un anno fa con vittoria in due set di Walsh/Ross.

 

Lascia un commento

Top