Atletica, Olimpiadi Rio 2016: cinque finali, Perković e Barshim i protagonisti annunciati

Sandra-Perkovic-zimbio-no-mark.jpg

Saranno cinque le finali dell’atletica leggera ai Giochi Olimpici di Rio 2016 nella giornata di martedì 16 agosto.

Ad aprire le danze sarà il salto triplo maschile, con lo statunitense Christian Taylor, già in grado di superare i diciotto metri in varie occasioni, che andrà alla ricerca di un secondo titolo olimpico dopo quello conquistato a Londra. In assenza del cubano Pedro Pablo Pichardo, che ha dovuto rinunciare alle qualificazioni per una microfrattura, l’avversario di Taylor potrebbe essere il connazionale Will Claye, ma di recente ha destato un’ottima impressione anche il cinese Dong Bin. Il francese Benjamin Compaoré, che ha cambiato il piede di stacco per questa stagione, spera di ritrovare le misure del passato per difendere le possibilità di medaglia degli atleti europei.

Dopo le difficoltà delle qualificazioni, la croata Sandra Perković sarà la grande favorita del lancio del disco, disciplina della quale è la campionessa olimpica in carica. La dominatrice della stagione dovrà però guardarsi dalla cubana Denia Caballero, che l’ha già sconfitta a sorpresa in occasione degli ultimi Mondiali. In lotta per il podio anche l’australiana Dani Samuels e la tedesca Nadine Müller.

Orfana dell’infortunato azzurro Gianmarco Tamberi, la finale del salto in alto maschile vivrà soprattutto sul duello annunciato tra l’ucraino Bohdan Bondarenko ed il qatarino Mutaz Essa Barshim, con la possibilità che entrambi arrivino e superino la fatidica quota dei 2.40 metri.

La giornata si chiuderà con due finali in pista: sui 1.500 metri femminili sarà l’etiope Genzebe Dibaba a partire con tutti i favori della vigilia, accompagnata dalle connazionali Dawit Seyaum e Besu Sado, ma con la possibilità di inserimento di diverse atlete, in particolare dell’olandese Sifan Hassan; i 110 metri con ostacoli dovranno invece affrontare prima le semifinali, con il giamaicano Omar McLeod nel ruolo di numero uno viste le sue prestazioni stagionali decisamente al di sopra di quelle dei rivali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top