Tiro con l’arco, Olimpiadi Rio 2016 – Il regolamento: cosa è cambiato rispetto a Londra 2012

Pasqualucci_World-Archery_arco.jpg

Alle Olimpiadi di Rio 2016 il tiro con l’arco sarà uno dei primi sport ad assegnare medaglie e bagnare il nuovo debutto olimpico del regolamento a squadre, già in vigore a livello internazionale invece dal 2013 e dal 2010 a livello individuale.

Sostanzialmente la gara riservata alle nazioni si uniforma al torneo dedicato ai singolaristi, che già da Londra 2012 ha adottato il Set Point System.

In pratica per ogni volèe un arciere ha a disposizione due frecce da tirare, i cui punteggi si sommeranno ai due tiri dei suoi compagni andando a creare uno score sulla base di 60 punti (10*2+10*2+10*2) da confrontare con la squadra rivale.
Il trio che si sarà avvicinato di più alla fatidica quota del sessanta otterrà due la vittoria del set e due punti nel computo generale.

In caso di parità i due punti verranno spartiti assegnandone uno per parte.
Si compete sulla base di quattro set, quindi l’incontro verrà aggiudicato ad una delle due compagini ove vi fosse il raggiungimento dei sei punti totali (2*3).

In caso di equilibrio anche al termine dei cinque set complessivi, possibilità che si può verificare con un alto numero di set dove nessuna delle due formazioni riesce a prevalere sull’altra, si va allo shoot-off: ogni squadra tira quindi tre frecce, una per arciere, e vede che punteggio riesce a raccogliere su una base di 30 punti complessivi; qualora la parità dovesse persistere si andrebbe infine a verificare la vicinanza delle frecce stesse al bersaglio centrale nel cerchio del dieci.

Come detto detto in sede di apertura, a livello individuale invece non ci saranno cambiamenti rispetto all’edizione di Londra 2012: si parte in 64, sia al maschile sia al femminile, determinando il tabellone grazie al qualification round d’apertura e poi si procede con scontri ad eliminazione diretta sino alla semifinale.

Ogni duello si “gioca” sulla base di cinque set, nel quale ciascun arciere può disporre di tre frecce per ogni singolo end. Chi arriva alla quota totale di 30 punti (10*3) o più vicina ad essa battendo il rivale ottiene due punti nel computo generale; in caso di pareggio viene assegnato un punto a testa.
Vince la contesa chi prima riesce a mettere a referto sei punti complessivi o in caso di ulteriore parità sul 5-5 si aggiudica lo shoot-off finale: una freccia a testa da tirare verso il centro del bersaglio. Chi fa il punteggio più alto, o più vicino alla mouche passa il turno.

Nelle semifinali gli arcieri vittoriosi delle sfide accederanno alla finalissima per l’oro, mentre i perdenti non abbandoneranno il torneo ma si sfideranno per l’unico bronzo a disposizione nel torneo olimpico, a differenza di altri sport come la boxe.

Foto: World Archery Credit

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter


Lascia un commento

Top