Pentathlon: gli atleti con più partecipazioni e medaglie alle Olimpiadi

Pier-Paolo-Petroni.jpg

Il pentathlon moderno è una disciplina sportiva che fu creata appositamente per le Olimpiadi estive da parte del fondatore dei Giochi moderni, il barone Pierre de Coubertin. Essa simulava l’esperienza “sul campo” del soldato di fine XIX secolo: cavalcare un cavallo sconosciuto, combattere con la pistola e la spada, nuotare, correre. La gara individuale maschile è presente nel programma a Cinque Cerchi fin dal 1912, mentre quella femminile solo a partire da Sydney 2000; infine, sono state ininterrottamente assegnate altresì le medaglie “a squadre” dalle Olimpiadi del 1952 a Barcellona ’92.

Considerando nel computo totale anche la entry list di Rio, sono tanti i pentatleti che hanno partecipato a tre edizioni dei Giochi, pochissimi invece quelli che possono vantare un numero maggiore di presenze olimpiche; alcuni alquanto “eclettici”…

L’australiano Peter Macken è il pentatleta (e schermidore) con più presenze olimpiche in assoluto, ben cinque, da Roma ’60 a Montréal ’76. A Città del Messico ’68 partecipò anche al torneo di spada, ma non riuscì mai riuscire a salire sul podio a Cinque Cerchi: il quarto posto di Tokyo ’64 fu il suo miglior risultato. Il pentatleta messicano David Bárcena Ríos, invece, ha sì cinque presenze olimpiche nel suo curriculum sportivo, ma solo due nei Cinque Sport (1964-1968), poiché dal 1972 al 1980 gareggiò esclusivamente nell’equitazione. A Mosca centrò pure il bronzo nel concorso completo a squadre!

Ma il pentatleta “molto presente” di maggiore successo ai Giochi è il sovietico Pavel Lednev, scomparso nel 2010 all’età di 67 anni. E’ suo il record di medaglie olimpiche vinte in questa disciplina, con sette metalli totali (2 ori, 2 argenti, 3 bronzi) conquistati in quattro differenti edizioni dei Giochi, senza aver tuttavia mai ottenuto l’oro individuale. Dietro di lui, sul “podio dei podi”, l’ungherese Andras Balczo (3 ori, 2 argenti) e l’azzurro Carlo Massullo (1 oro, 2 argenti, 2 bronzi).

Lo svedese Lars Hall e il russo Andrej Sergeevič Moiseev sono stati invece gli unici pentatleti della storia ad aggiudicarsi per due volte l’oro olimpico individuale, entrambi consecutivamente: ad Helsinki ’52-Melbourne ’56, il primo, ad Atene 2004-Pechino 2008, il secondo.

Infine, le donne. Sono state, nell’ordine, Stephanie Cook (Regno Unito), Zsuzsanna Vőrős (Ungheria), Lena Schöneborn (Germania, presente a Rio) e Laura Asadauskaite (Lituania, presente a Rio) le vincitrici dei quattro ori fin qui messi in palio alle Olimpiadi. Nessuna donna ha vinto più di una medaglia ai Giochi, nel pentathlon. L’atleta statunitense “una e trina” Sheila Taormina detiene un record molto particolare: partecipando alla gara olimpica del pentathlon a Pechino 2008, divenne la prima donna a qualificarsi ai Giochi estivi in tre differenti sport! Nuoto, triathlon (due volte) e, appunto, pentathlon moderno.

Cinque Sport, mille sfaccettature. Atletiche e temperamentali…

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: archivio privato Pier Paolo Petroni (Tommaso Puca)

Lascia un commento

Top