LIVE – Tour de France 2016, il Col d’Aspin in DIRETTA: vince Cummings, Pinot in crisi

Col-DAspin-libera.jpg

Buongiorno e benvenuti ad una nuova diretta live del Tour de France 2016. La settima tappa, lunga 162 km, porterà da L’Isle-Jourdain a  Lac de Payolle. Assisteremo, finalmente, alla prima grande battaglia sui Pirenei di questa Grande Boucle. Dopo una frazione mossa e senza respiro, i corridori affronteranno nel finale il temibile Col d’Aspin, una delle salite storiche della corsa francese. 12 km con pendenza media nel 6,5%, anche se gli ultimi 4 sono costantemente tra il 7 ed l’8%. La pendenza massima è del 9,5%. Dalla cima, poi, i corridori si lanceranno in picchiata verso l’arrivo. Insomma, c’è spazio per guadagnare subito un vantaggio importante. I favoriti dovranno obbligatoriamente gettare la maschera e si ritroveranno l’uno contro l’altro. Chris Froome e Nairo Quintana partono con i favori del pronostico, mentre per Fabio Aru si tratterà del primo vero esame. Da verificare le condizioni di Alberto Contador. Si comincia alle 13.10. Buon divertimento con la nostra diretta live!

LA TAPPA DI OGGI

Clicca F5 o refresh sul tuo smartphone per aggiornare la pagina

17.16: Pinot arriva ora a 2’45” da Froome, Aru e Quintana! Cala il sipario sulle ambizioni di vittoria del Tour per il francese. Grazie per averci seguito e buona serata.

17.12: 4° posto per Nibali, 5° Van Avermaet. Arriva anche il gruppo dei migliori a 4’30”.

17.11: INCREDIBILE! Crolla addosso ai corridori l’arco dell’ultomo chilometro!

17.10: Impey e Navarro chiudono a 1’08” da Cummings.

17.08: Steve Cummings vince la settima tappa! Ora aspettiamo per i distacchi!

17.06: 2 km all’arrivo per Cummings, britannico ad un passo dal vincere la tappa.

17.04: 2’45” il ritardo di Van Avermaet da Cummings. Ripreso Alaphilippe. In difficoltà Barguil, che si stacca. Bene Aru.

17.02: 58″ il ritardo di Impey e Navarro da Cummings. Alaphilippe attacca nel gruppo dei migliori, ma inizia a muoversi il Team Sky. Nibali a 1’40” da Cummings in cima.

17.01: Cummings transita per primo al Col d’Auspin, ora 7 km di discesa.

17.00: Nibali in grande difficoltà. L’azzurro si stacca anche da Impey.

16.58: Cummings davanti, dietro Navarro stacca Nibali ed Impey ed è secondo. Van Avermaet a 2’16, gruppo degli uomini di classifica a 4’20”.

16.56: crisi nera per Pinot. Salta uno dei favoriti del Tour. Pozzovivo raggiunto da Pantano.

16.54: SI STACCA PINOT! Ma allora perché la FDJ ha tirato a tutta all’imbocco della salita? Dal gruppo dei big prova ad evadere Pozzovivo!

16.53: 10 km all’arrivo, Cummings è nel tratto più duro della salita.

16.52: Cummings sta andando davvero forte e mantiene 4’33” sul gruppo dei migliori, dove nessuno prende l’iniziativa.

16.50: nessuno si muove nel gruppo degli uomini di classifica. Nibali, Impey e Navarro a 53″ dal leader Cummings.

16.48: 11 km all’arrivo, 4 al termine della salita. Nibali prova ad accelerare, ma più di testa che di gambe.

16.46: Nibali non ne ha, Cummings a 46″ secondi. Impossibile ormai andarlo a riprendere. La condizione di forma dello Squalo è ancora molto lontana da quella ottimale.

16.44: si mette male per Nibali. Cummings guadagna sullo Squalo, Navarro ed Impey e si porta a 36″. Van Avermaet a 58″.

16.42: Barguil ripreso dal gruppo dei migliori, ora a 4’31” da Cummings. Sempre FDJ davanti.

16.40: Nibali guadagna pochissimo su Cummings, ora è a 22 secondi. 14 km all’arrivo, 7 al GPM.

16.40: Van Avermaet si stacca, restano solo Navarro ed Impey con lo Squalo.

16.39: Nibali rilancia l’andatura! Nel gruppo dei big, invece, arriva il primo scatto: è Barguil!

16.38: Nibali a 23″ da Cummings. Vedremo se lo Squalo sta conservando le energie per il tratto più duro.

16.36: Howes perde contatto.

16.36: Howes, Navarro, Impey, Nibali e Van Avermaet sempre con 30″ di ritardo da Cummings. Nibali non sta andando fortissimo. Dietro invece spinge al massimo la FDJ.

16.35: il gruppetto Nibali torna a perdere da Cummings, 30″. Anche il gruppo dei migliori inizia il Col d’Aspin. Davanti la FDJ di Pinot.

16.33: la tappa se la giocano i fuggitivi, i big sono a 4’53”.

16.31: Nibali scatta subito all’imbocco dell’Aspin! Van Avermaet fatica, poi rientra. Già 10″ recuperati su Cummings.

16.30: 19 km all’arrivo, inizia il Col d’Aspin! 12 km al 6,5% di pendenza media e massima del 9,5%. Il tratto più duro è quello finale, 4 km tra il 7 e l’8%.

16.27: Cummings ha già guadagnato 34 secondi sul gruppetto di cui fanno parte Nibali e Van Avermaet. 5’02” il ritardo del gruppo dei big con Aru, Quintana e Froome.

16.23: ora Cummings prova ad andarsene da solo ed è un brutto cliente. 25 km all’arrivo, -6 al Col d’Aspin!

16.19: a questo punto Nibali ci crede per la tappa! Sta per riprendere i primi 4 ed il gruppo dei big è lontano 5 minuti!

16.16: finalmente si muove Nibali e rientra sul gruppetto di Van Avermaet a 26″ dai quattro al comando.

16.14: i 4 attaccanti hanno 22″ su un gruppetto di contrattaccanti in cui è presente la maglia gialla Van Avermaet. Più indietro Nibali. A 4’40” il gruppo dei migliori. Tra una decina di chilometri inizierà il Col d’Aspin.

16.10: Cummings rientra su Navarro, Brechel e Duchesne.

16.08: ora i 3 fuggitivi hanno 4’03” sul gruppo con tutti i migliori (Froome, Quintana ed Aru).

16.05: Navarro, Brechel e Duchesne allungano. Si spacca il gruppo dei 29 fuggitivi. Nibali non risponde.

16.01: 3’47” il vantaggio dei fuggitivi. Ora anche la Movistar dà una mano a tirare al Team Sky. Davanti Nibali prova ad aumentare l’andatura. Ma a questo punto è difficile che la fuga arrivi.

15.55: 47 km all’arrivo.

15.51: Sky a tutta, scende a 4’20” il vantaggio della fuga.

15.47: ci avviciniamo alla Côte de Capvern, GPM di quarta categoria. 7,7 km al 3% di pendenza media. 4’27” il vantaggio dei fuggitivi.

15.40: 55 km al traguardo. Vasilj Kiriyenka (Sky), Gorka Izagirre (Movistar), Vincenzo Nibali, Alexey Lutsenko (Astana), Jan Bakelants, Alexis Vuillermoz (Ag2r La Mondiale), Paul Martens (LottoNL – Jumbo), Fabian Cancellara (Trek – Segafredo), Oliver Naesen (IAM Cycling), Alex Howes, Sebastian Langeveld (Cannondale – Drapac), Greg Van Avermaet (BMC), Stephen Cummings (Dimension Data), Paul Voss (Bora – Argon18), Kristjan Durasek (Lampre – Merida), Jurgen Roelandts (Lotto Soudal), Sylvain Chavanel (Direct Energie), Tony Martin (Etixx – QuickStep), Daniel Navarro, Daryl Impey (Orica – BikeExchange) , Pierre-Luc Perichon (Fortuneo – Vital Concept), Tsgabu Grmay (Lampre – Merida), Antoine Duchesne (Direct Energie), Simon Geschke (Direct Energie), Borut Bozic, Luis Mate (Cofidis), Angel Vicioso (Katusha), Jasper Stuyven (Trek- Segafredo) e Matti Breschel (Cannondale) conservano 4’53” di vantaggio.

15.32: guadagna ancora il gruppo dei big tirato dalla Sky, 4’36”.

15.29: ricordiamo che c’è anche Vincenzo Nibali nel gruppo degli uomini in fuga.

15.24: 66 km all’arrivo. Sempre 5 minuti il margine dei fuggitivi. Il Team Sky sta spendendo tanto in testa al gruppo dei big. Van Avermaet al momento ha oltre 10 minuti di vantaggio nella classifica virtuale.

15.22: 70 all’arrivo, tra un’ora inizierà lo spettacolo vero.

15.21: media altissima dopo le prime due ore di gara, siamo oltre i 45 chilometri.

15.10: non cambia nulla in gruppo. Sempre sui 5′ il vantaggio dei fuggitivi.

14.58: arriva anche Erviti della Movistar a collaborare all’inseguimento.

14.52: 90 all’arrivo, superiore ai 5′ il vantaggio dei fuggitivi. In gruppo davanti Stannard del Team Sky.

14.44: 4’40” il vantaggio dei 29 al comando.

14.35: in gruppo controlla la situazione il Team Sky, senza però dannarsi l’anima.

14.32: si avvicina ai 3′ il vantaggio dei fuggitivi.

14.27: è andata definitivamente via la fuga. Si è rialzato il gruppo, che insegue a circa 2′. Da segnalare la strana presenza della Maglia Gialla all’attacco.

14.25: questa la folta lista degli uomini al comando. Vasilj Kiriyenka (Sky), Gorka Izagirre (Movistar), Vincenzo Nibali, Alexey Lutsenko (Astana), Jan Bakelants, Alexis Vuillermoz (Ag2r La Mondiale), Paul Martens (LottoNL – Jumbo), Fabian Cancellara (Trek – Segafredo), Oliver Naesen (IAM Cycling), Alex Howes, Sebastian Langeveld (Cannondale – Drapac), Greg Van Avermaet (BMC), Stephen Cummings (Dimension Data), Paul Voss (Bora – Argon18), Kristjan Durasek (Lampre – Merida), Jurgen Roelandts (Lotto Soudal), Sylvain Chavanel (Direct Energie), Tony Martin (Etixx – QuickStep), Daniel Navarro, Daryl Impey (Orica – BikeExchange) , Pierre-Luc Perichon (Fortuneo – Vital Concept), Tsgabu Grmay (Lampre – Merida), Antoine Duchesne (Direct Energie), Simon Geschke (Direct Energie), Borut Bozic, Luis Mate (Cofidis), Angel Vicioso (Katusha), Jasper Stuyven (Trek- Segafredo) e Matti Breschel (Cannondale). Il gruppo insegue a 30”.

14.20: attenzione, sta succedendo di tutto in gruppo! Scatti e controscatti! Si sono mossi in prima persona anche la maglia gialla Greg Van Avermaet e il vincitore del Giro Vincenzo Nibali.

14.13: ci provano in nove ora, tra loro Cancellara.

14.09: niente da fare per i 12, raggiunti dal gruppo. Ripartono gli scatti.

14.04: si rialzano Cavendish e Sagan dal gruppetto in avanscoperta, probabilmente la loro presenza favoriva la rincorsa del gruppo.

13.59: sempre velocità altissime.

13.54: 43” ora il vantaggio dei fuggitivi.

13.51: non cambia la situazione. 30”, Etixx e Lotto Soudal a tirare.

13.40: 40” di vantaggio per i fuggitivi, ma il gruppo non sta lasciando spazio.

13.31: dopo 10 km di gara sono 30” il vantaggio dei fuggitivi.

13.28: la Etixx Quick-Step non concede spazio. Soli 20” il vantaggio dei fuggitivi.

13.24: è riuscito ad evadere un gruppo molto folto, ma il plotone non sta lasciando grande spazio. Questi i fuggitivi: Gorka Izagirre (Movistar), Luis Leon Sanchez (Astana), Peter Sagan (Tinkoff), Jarlinson Pantano (IAM Cycling), Mark Cavendish (Dimension Data), Ramunas Navardauskas (Cannondale – Drapac), Jeremy Roy (FDJ), Cesare Benedetti (Bora – Argon18), Alberto Rui Costa (Lampre – Merida), Nicolas Edet, Geoffrey Soupe (Cofidis), e Chris Anker Sorensen (Fortuneo – Vital Concept).

13.20: oggi, a differenza delle altre giornate, ritmi altissimi e non va via subito la fuga.

13.15: partita ufficialmente la settima tappa di questo Tour de France. Ci sarà il primo scontro tra i big sui Pirenei. Primi chilometri pianeggianti, pronta a partire la fuga di giornata.

13.10: corridori allineati e pronti alla partenza da L’Isle-Jourdain. Via ufficiale alle 13.15. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top