Judo, Grand Slam Tjumen’ 2016: sei medaglie d’oro per il Giappone nella prima giornata

Judo-Yuma-Oshima.jpg

Ha avuto inizio quest’oggi il Grand Slam Tjumen’ 2016: sui tatami della città russa sono state protagoniste le sette categorie di peso più leggere, tre al maschile (60 kg, 66 kg, 73 kg) e quattro al femminile (48 kg, 52 kg, 57 kg, 63 kg). In un torneo dalle molte assenze, vista la collocazione a meno di un mese di Giochi Olimpici di Rio 2016, il Giappone ha dominato i dibattiti con una squadra composta da giovani promesse.

48 KG FEMMINILE

A due settimane dal suo ventunesimo compleanno, la giapponese Funa Tonaki si è regalata la sua prima medaglia d’oro in un Grand Slam, dopo la vittoria al Grand Prix cinese di Qingdao. In finale, la campionessa mondiale junior ha sconfitto la padrona di casa Nataliya Kondratyeva, grazie ad un ippon messo a segno dopo quasi tre minuti di golden score. Completano il podio l’altra russa Sabina Giliazova e la serba Milica Nikolić.

-48 kg
1. TONAKI, Funa (JPN)
2. KONDRATYEVA, Nataliya (RUS)
3. GILIAZOVA, Sabina (RUS)
3. NIKOLIC, Milica (SRB)
5. PAVLENKO, Anastasia (RUS)
5. TITOVA, Olga (RUS)

60 KG MASCHILE

Il ventunenne Yuma Oshima è tornato a Tjumen’ due anni dopo la sua medaglia di bronzo, ottenendo questa volta la vittoria più importante della sua giovane carriera. Il nipponico ha sconfitto in finale il russo Albert Oguzov che, in vantaggio per yuko, si è fatto squalificare per hansoku-make, regalando dunque il successo all’avversario. Delusione per il numero uno del seeding, l’azero Ilgar Mushkiyev, che si è dovuto accontentare della medaglia di bronzo dopo essere stato battuto da un ippon di Oguzov in semifinale. Podio anche per il suo connazionale Davud Mammadsoy.

-60 kg
1. OSHIMA, Yuma (JPN)
2. OGUZOV, Albert (RUS)
3. MAMMADSOY, Davud (AZE)
3. MUSHKIYEV, Ilgar (AZE)
5. KHERTEK, Sayan (RUS)
5. KULIKOV, Dmitriy (RUS)
7. SULTANBAEV, Doniyor (UZB)
7. YASHUEV, Islam (RUS)

52 KG FEMMINILE

Terzo successo di giornata per il Giappone, questa volta con la ventiduenne Ai Shishime, reduce dalla medaglia d’oro conquistata ai Campionati Asiatici di Tashkent, in Uzbekistan. Già medagliata tre volte al Grand Slam di Tokyo (due bronzi ed un argento) e sul podio anche al Grand Slam di Parigi nel 2015, Shishime ha vinto il suo primo torneo di questo livello grazie ad uno shido che ha penalizzato la russa Yulia Ryzhova. Sul podio anche un’altra atleta di casa Aigul Tashitimirova, terza a pari merito con la croata Tena Šikić.

-52 kg
1. SHISHIME, Ai (JPN)
2. RYZHOVA, Yulia (RUS)
3. SIKIC, Tena (CRO)
3. TASHTIMIROVA, Aigul (RUS)
5. KIRIEVSKAYA, Antonina (RUS)
5. PASHINA, Anna (RUS)
7. NAREKS, Petra (SLO)

66 KG MASCHILE

Considerato come uno dei massimi talenti della nouvelle vague giapponese, il diciottenne Hifumi Abe ha conquistato una nuova medaglia d’oro dopo quella che lo rivelò al mondo in occasione del Grand Slam di Tokyo 2014. L’erede designato di Masashi Ebinuma nella categoria 66 kg ha messo a segno un waza-ari per superare il russo Anzaur Ardanov in finale. Ancora Russia e Giappone sul terzo gradino del podio, rispettivamente con Yakub Shamilov e Sho Tateyama.

-66 kg
1. ABE, Hifumi (JPN)
2. ARDANOV, Anzaur (RUS)
3. SHAMILOV, Yakub (RUS)
3. TATEYAMA, Sho (JPN)
5. ABDULZHALILOV, Abdula (RUS)
5. LAVRENTIEV, Denis (RUS)
7. SHIRINLI, Vugar (AZE)
7. TALISHINSKI, Iskandar (AZE)

57 KG FEMMINILE

Grande prestazione della ventenne Tsukasa Yoshida, che si aggiudica il suo quarto oro in un torneo del Grand Slam nel corso dell’ultimo anno. La giapponese, infatti, ha iniziato il proprio ciclo vincendo lo scorso anno proprio a Tjumen’, per poi imporsi a Tokyo e Baku. Oggi il poker, grazie all’ippon che le ha permesso di sconfiggere in poco più di tre minuti la russa Daria Mezehtckaia. Un’altra russa, Natalia Golomidova, ha conquistato il bronzo al pari della serba Jovana Rogić.

-57 kg
1. YOSHIDA, Tsukasa (JPN)
2. MEZHETCKAIA, Daria (RUS)
3. GOLOMIDOVA, Natalia (RUS)
3. ROGIC, Jovana (SRB)
5. CHISTANOVA, Sofia (RUS)
5. SALNIKOVA, Aleksandra (RUS)
7. DURBACH, Manon (LUX)

73 KG MASCHILE

Primo successo per i padroni di casa russi, che monopolizzano la categoria 73 kg mettendo a segno una tripletta, vista anche l’assenza dei giapponesi in questa divisione di peso. Favorito della vigilia, il ventottenne Musa Mogushkov è tornato a vincere in un torneo del Grand Slam dopo le medaglie d’oro vinte a Mosca nel 2010 ed a Rio de Janeiro nel 2011. In finale, Mogushkov ha superato il connazionale Arbi Khamkhoev per ippon. La tripletta russa è stata completata da Alim Gadanov, terzo insieme alla svedese Tommy Macias.

-73 kg
1. MOGUSHKOV, Musa (RUS)
2. KHAMKHOEV, Arbi (RUS)
3. GADANOV, Alim (RUS)
3. MACIAS, Tommy (SWE)
5. KAYUMOV, Muhammadlaziz (UZB)
5. TURAEV, Khikmatillokh (UZB)
7. KHAMZA, Didar (KAZ)
7. PAPOSHVILI, Tengizi (GEO)

63 KG FEMMINILE

L’ultima finale di giornata è tornata a premiare un’atleta giapponese, forse la meno attesa di quest’oggi: si tratta di Aimi Nouchi, ventenne che non vanta grandi risultati internazionali, ma che a Tjumen’ ha saputo imporsi con un waza-ari sulla padrona di casa Daria Davydova. Ad impressionare è stata soprattutto la prestazione offerta in semifinale, quando Nouchi ha messo a segno tre yuko ai danni della svedese Mia Hermansson, numero uno del tabellone. La scandinava ha chiuso al terzo posto insieme alla russa Daria Dzhigaros.

-63 kg
1. NOUCHI, Aimi (JPN)
2. DAVYDOVA, Daria (RUS)
3. DZHIGAROS, Diana (RUS)
3. HERMANSSON, Mia (SWE)
5. KRIUKOVA, Olga (RUS)
5. WEZEU DOMBEU, Helene (CMR)
7. BADUROVA, Kamila (RUS)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top