Judo, Grand Prix Ulaanbaatar 2016: Munkhbat sconfigge Galbadrakh nella prima giornata

Judo-Urantsetseg-Munkhbat-IJF.jpg

Si è aperto quest’oggi il Grand Prix di Ulaanbaatar 2016, tappa mongola del circuito mondiale di judo, che vede la partecipazione di numerosi atleti di casa e di diversi judoka provenienti da altri Paesi. In questa prima giornata sono saliti sul tatami gli atleti di cinque categorie di peso: 48 kg, 52 kg e 57 kg per le donne, 60 kg e 66 kg per gli uomini. Ricordiamo che al torneo non sono iscritti italiani.

48 KG DONNE

La 48 kg era sicuramente la categoria più attesa di giornata per la sfida tra la padrona di casa Urantsetseg Munkhbat ed Otgontsetseg Galbdrakh, anche lei mongola ma oramai rappresentante del Kazakistan. Grazie ad uno yuko, la ventiseienne Munkhbat ha ottenuto la sua terza vittoria in questo torneo, portandosi sul 4-3 nel computo degli scontri diretti con la sua connazionale, dopo aver subito tre sconfitte consecutive. La Mongolia ha piazzato sul podio anche Khorloo Battamir, terza alla pari della giapponese Yurie Morizaki.

-48 kg
1. MUNKHBAT, Urantsetseg (MGL)
2. GALBADRAKH, Otgontsetseg (KAZ)
3. BATTAMIR, Khorloo (MGL)
3. MORIZAKI, Yurie (JPN)
5. GYUNTER, Marina (RUS)
5. MAGSARJAV, Dolgorjav (MGL)
7. BEISHENAALY KYZY, Begai (KGZ)
7. JIANG, Yahong (CHN)

52 KG DONNE

Bronzo ai Mondiali junior nel 2014, la ventenne giapponese Mako Uchio è stata l’unica ad interrompere il dominio degli atleti di casa, conquistando l’oro della categoria 52 kg grazie ad uno shido al golden score inflitto dall’arbitro all’avversaria Azzaya Chintogtokh. Per la compagine locale, sul podio anche Bat-Erdene Baljinnyam, che ha condiviso il gradino più basso del podio con la croata Tena Šikić.

-52 kg
1. UCHIO, Mako (JPN)
2. CHINTOGTOKH, Azzaya (MGL)
3. BALJINNYAM, Bat-Erdene (MGL)
3. SIKIC, Tena (CRO)
5. BATSUKH, Altantsetseg (MGL)
5. KWON, Aerim (KOR)
7. HE, Xuemei (CHN)
7. SAPARBEKOVA, Jibek (KGZ)

57 DONNE

Altra finale tra Mongolia e Giappone, con la diciassettenne Enkhriilen Lkhagvatogoo che ha avuto la meglio per waza-ari sulla nipponica Megumi Ishikawa, ottenendo così il suo primo podio a livello senior. Numero uno del tabellone, la sudcoreana Kim Min-Ju è stata battuta in semifinale proprio dalla padrona di casa, ma ha poi ottenuto il terzo posto insieme alla slovena Andreja Leški.

-57 kg
1. LKHAGVATOGOO, Enkhriilen (MGL)
2. ISHIKAWA, Megumi (JPN)
3. KIM, Minju (KOR)
3. LESKI, Andreja (SLO)
5. MAN, Dariwa (CHN)
5. TSEREGBAATAR, Khulan (MGL)
7. CHISTANOVA, Sofia (RUS)
7. PUREVSUREN, Buyankhishig (MGL)

60 KG UOMINI

Escluso dalle convocazioni olimpiche, il ventottenne Amartuvshin Dashdavaa ha risposto vincendo per il secondo anno consecutivo il torneo di casa, superando in finale il connazionale Ser-Od Nasanjargal per ippon dopo poco più di due minuti. Nonostante l’assenza dell’ex campione mondiale Boldbaatar Ganbat, la Mongolia ha realizzato una tripletta con Bayarmagnai Dagvadorj, terzo a pari merito con l’azero Davud Mammadsoy.

-60 kg
1. DASHDAVAA, Amartuvshin (MGL)
2. NASANJARGAL, Ser-Od (MGL)
3. DAGVADORJ, Bayarmagnai (MGL)
3. MAMMADSOY, Davud (AZE)
5. GANBAATAR, Battulga (MGL)
5. MONGUSH, Albert (RUS)
7. ALMAMMADOV, Rasim (AZE)
7. BURNASHEV, Maksim (RUS)

66 KG UOMINI

Campione asiatico in carica, Altansukh Dovdon ha conquistato la sua prima medaglia d’oro in un Grand Prix. Anche in questa categoria, la finale ha opposto due judoka mongoli, con il ventottenne Dovdon che ha avuto la meglio su Batsuuri Adiya, mettendo a segno un ippon a cinque secondi dalla fine dell’incontro. Salgono sul terzo gradino del podio il kazako Askhat Telmanov e lo sloveno Andraž Jereb.

-66 kg
1. DOVDON, Altansukh (MGL)
2. ADIYA, Batsuuri (MGL)
3. JEREB, Andraz (SLO)
3. TELMANOV, Askhat (KAZ)
5. BATTOGTOKH, Erkhembayar (MGL)
5. SHIRINLI, Vugar (AZE)
7. GALOYAN, Paylak (RUS)
7. KARPUKHIN, Dmitry (RUS)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top